Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

HDPE verso la stabilità in Europa, LDPE vede prezzi più alti

di Manolya Tufan - mtufan@chemorbis.com
  • 03/05/2021 (10:31)
Il trend rialzista nei mercati di PE in Europa, iniziato a novembre 2020, dovrebbe perdere slancio a maggio. Mentre l’HDPE è considerato il grado di PE più debole per l’afflusso di carichi di importazione, i player concordano che è più probabile che i prezzi di LDPE registrino ulteriori aumenti.

Le attese per maggio indicano un trend da stabile a in rialzo per l’offerta prevalentemente corta di alcuni gradi e la crescente resistenza ai prezzi gonfiati. Infatti, il mercato europeo garantisce i netback migliori ai venditori di PE a livello globale.

Continuano a maggio restrizioni sull’offerta

La disponibilità regionale dovrebbe restare limitata per le interruzioni alla produzione ancora in atto in Europa. L’LDPE è il grado più corto, con quattro forze maggiori attive al momento della scrittura. SABIC, Ineos, Versalis e Total sono tra i principali produttori ad aver dichiarato forza maggiore sulla produzione di LDPE, mentre HIP ha fermato l’unità di LDPE per una manutenzione tra metà marzo e metà aprile.

Ineos ha dichiarato forza maggiore sull’offerta di HDPE b/m e pipe da Lillo, Belgio, il 2 aprile a causa di un’interruzione di energia elettrica. SABIC ha dichiarato forza maggiore sull’HDPE dall’impianto nei Paesi Bassi il 16 febbraio. Gli impianti di HDPE di HIP and Basell Orlen Polyolefins sono stati fermati per manutenzione programmata ad aprile.

Attese potrebbero variare a seconda del grado

Le preoccupazioni per l’offerta mantengono le attese rialziste mentre i prezzi di PE dovrebbero vedere aumenti decisamente minori rispetto ai mesi precedenti perché il mercato non è più in grado di digerire un nuovo giro di forti aumenti. Tutti i gradi di PE si attestano ai massimi di sempre a seguito degli aumenti a tre cifre registrati tra gennaio e aprile.

Intanto, gli aumenti complessivi hanno raggiunto circa il 115% per l’LDPE e il 105-110% per i gradi di HDPE in Italia e Nord Europa da quando il trend rialzista ha preso il via lo scorso novembre.

FD – Italy – Northwest Europe – LDPE - HDPE

I produttori intendono applicare aumenti leggermente oltre il potenziale aumento dell’etilene per l’LDPE per l’offerta corta. Tuttavia, i gradi di HDPE potrebbero non assorbire alcun aumento andando avanti nel mese.

Flusso di origini irregolari pesa su HDPE

L’ HDPE mostra un quadro più debole per maggio, tenendo conto dei prezzi competitivi per origini irregolari. La disponibilità delle importazioni migliorerà ulteriormente grazie ai carichi in arrivo dalla Russia, dal Medio Oriente e dall’Asia centrale nelle settimane successive.

L’HDPE potrebbe cedere al miglioramento dell’offerta e al calo della domanda prima del previsto. Questo potrebbe aprire la strada a dei rollover, come ha detto un partecipante.

Come sarà la domanda?

Sebbene la domanda per alcune applicazioni sia rimasta robusta, i trader hanno notato un rallentamento della domanda poiché i buyer erano già in difficoltà con costi inflazionati delle materie prime e problemi di solvibilità. Un altro ciclo di forti aumenti scoraggerebbe i buyer dall’acquisto. Un numero crescente di trasformatori mantiene gli acquisti al minimo tra le aspettative di un’inversione di tendenza a giugno in linea con il miglioramento dell’offerta.

L’offerta potrebbe essere ancora limitata nella prima metà di maggio, mentre la disponibilità complessiva dovrebbe migliorare nell’ultima parte del mese. Non solo i netback più elevati in Europa, ma anche il rallentamento della domanda in altri importanti mercati per via della calma del Ramadan e delle nuove epidemie di COVID-19 spingeranno i venditori di importazione a deviare i loro carichi verso l’Europa.

Prova Gratuita
Login