Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

I maggiori mercati di PVC toccheranno il minimo per giugno?

di Merve Sezgün - msezgun@chemorbis.com
  • 07/05/2020 (11:48)
Con i prezzi di PVC nei maggiori mercati dell’Asia e del Mediterraneo che oscillano sui livelli più bassi di oltre dieci anni, le discussioni dei player si sono spostate verso la possibilità che il livello minimo sia vicino, in linea con il possibile allentamento dei lockdown nei paesi al di fuori della Cina.

Player asiatici spostano focus su giugno dopo aver chiuso le trattative di maggio

I player nei mercati asiatici di PVC hanno spostato l’attenzione su giugno, dopo aver chiuso il business di maggio con diminuzioni a tre cifre rispetto ad aprile, guidati dai tagli di $160/ton del produttore di Taiwan.

Voci sul minimo raggiunto in India nonostante il lockdown

I prezzi di PVC in India hanno mostrato ancora debolezza questa settimana, con i fornitori extraregionali e locali che si sono avvicinati al mercato con offerte aggressive. La domanda dal maggiore importatore di PVC ha subito un duro colpo a causa del lockdown per il COVID-19, esteso al 18 maggio.

Tuttavia, il prossimo allentamento del lockdown ha fatto emergere voci secondo cui il mercato sarebbe vicino al minimo. Queste voci sono supportate dagli aumenti sentiti nel vicino Pakistan. Secondo alcuni trader nel paese, le offerte di PVC dagli USA sono aumentate di $30-40/ton sulla settimana.

I player in India hanno osservato “Un altro fattore da valutare è la finestra tra la fine del lockdown e l’arrivo dei monsoni a giugno, che potrebbe vedere una vivacità dell’attività economica. Le restrizioni nei settori chiave come l’agricoltura e i servizi pubblici, oltre che i porti, sono già state allentate ma la mancanza di manodopera ha ostacolato il lavoro su larga scala. Tuttavia, potrebbe essere un’opportunità per i fornitori di PVC se il lockdown si allenta e la stagione dei monsoni arriva tardi”.

Tuttavia, secondo i player, una ripresa della domanda sarebbe lenta e graduale perché i monsoni arrivano a giugno e ostacoleranno l’attività agricola e delle costruzioni.

Cina resta l’elemento positivo

I prezzi di PVC locale K67 in Cina hanno mantenuto un trend da stabile a in rialzo dopo che il mercato è rientrato da cinque giorni di pausa per la Festa dei Lavoratori, dal 1° al 5 maggio.

“La domanda è migliorata gradualmente da quando la Cina ha iniziato ad allentare le misure di lockdown lo scorso mese. Ci sono ancora offerte di importazione competitive per diverse origini asiatiche ed extraregionali nel mercato. Per il k67, i venditori sono riluttanti a dare ulteriori sconti perché i livelli delle trattative sono stabili sulla settimana a $590-600/ton CIF, cash”, ha commentato un trader.

Una fonte di un produttore giapponese ha affermato “Il mercato è in attesa degli annunci del produttore di Taiwan per i prezzi di giugno e si parla di un possibile aumento in Cina, il maggiore consumatore al momento”.

SEA dovrebbe replicare ripresa della Cina

I player guardano al Sudest Asiatico che dovrebbe replicare la ripresa della domanda in Cina, in linea con l’allentamento dei lockdown.

Il Vietnam ha revocato il lockdown due settimane fa mentre la Malaysia ha di recente allentato alcune restrizioni relative al COVID-19.

“L’allentamento delle misure di lockdown ha dato speranza per un miglioramento della domanda e un aumento dei tassi di produzione. L’ottimismo suggerisce che i prezzi di PVC possano vedere il minimo a breve”, hanno spiegato i player.

Una fonte di un produttore del Sudest Asiatico ha aggiunto “Di recente, abbiamo visto un incremento della domanda in quasi tutti i paesi dopo l’allentamento dei lockdown, quindi il prezzo di giugno potrebbe essere più alto”.

Venti di cambiamento anche nei mercati del Mediterraneo

Oltre all’Asia, i player nei mercati del Mediterraneo hanno iniziato a sentire un cambiamento per il PVC, soprattutto per le origini USA.

Trend ribassista perde slancio in Turchia

I prezzi del PVC di importazione restano in calo, tuttavia l’entità delle diminuzioni ha perso slancio perché i player hanno iniziato a interrogarsi sulla possibilità che il mercato dell’import sia vicino al minimo, dopo le offerte in forte calo per maggio.

“I prezzi di PVC europeo sono rimasti da stabili a in leggero calo sulla settimana, mentre i produttori di PVC degli USA non sembrano voler ridurre ancora le offerte. Il minimo potrebbe essere vicino per il PVC USA”, hanno osservato i trader.

Intanto, un trasformatore di grandi dimensioni in Turchia ha commentato “La domanda di PVC domestico negli USA non è brillante. Quindi abbiamo chiesto ai trader il perché i produttori USA siano riluttanti a ridurre ancora le offerte il mese prossimo. Hanno spiegato che il materiale è limitato a causa dell’attività di ristoccaggio da parte dei buyer di Medio Oriente, Europa e Asia, aggiungendo che i prezzi potrebbero cambiare direzione a giugno”.

Tentativi di aumento per PVC USA in Egitto

In Egitto, le offerte di PVC k67 dagli USA sono scese sotto la soglia dei $600/ton all’inizio della settimana, con un trader che ha affermato “Abbiamo venduto quasi tutte le allocazioni a circa $580-600/ton. Questo potrebbe essere il livello minimo che possono ottenere i buyer”. Secondo i venditori, c’è una buona possibilità che il mercato abbia raggiunto il minimo.

A support di questi commenti, alcuni tentativi di aumento sono emersi a metà settimana. Un trader che offre PVC k67 dagli USA a $640-650/ton ha affermato “Abbiamo deciso di spingere per degli aumenti per evitare che i prezzi scendano sotto la soglia dei $600”.

Prova Gratuita
Login