Skip to content

Opzioni Filtro
Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
 

I player valutano i possibili effetti del Ramadan sulla domanda di PP e PE

  • 12/05/2017 (11:24)
Turchia, Medio Oriente e alcuni paesi del Sudest Asiatico stanno per entrare nel periodo del Ramadan, osservato dai paesi musulmani, che inizierà alla fine di maggio. I player globali stanno valutando il possibile impatto del Ramadan sulla domanda.

I mercati di PP e PE hanno seguito un trend ribassista nel Medio Oriente e in Asia negli ultimi mesi, per via dei costi di petrolio e nafta in calo, del buon livello di offerta e della scarsa domanda che hanno indebolito l’outlook. Ora, alcuni player ritengono che l’attività subirà un ulteriore rallentamento in vista del Ramadan.

In Turchia, i venditori hanno lamentato uno scarso interesse all’acquisto poiché i buyer evitano di costituire scorte date le loro aspettative ribassiste su PP e PE. Alcuni player non si aspettano un’inversione di tendenza prima di luglio mentre una fonte del Medio Oriente ha riportato “I buyer stanno negoziando per livelli di prezzo molto più bassi, pertanto non siamo ottimisti riguardo un possibile cambiamento di direzione del mercato nel breve termine. Solitamente prima del Ramadan il nostro business registra buoni risultati ma sfortunatamente le nostre vendite sono scarse ora”.

Preoccupazioni simili riguardo la domanda debole in vista del Ramadan sono state riportate anche nel Sudest Asiatico. Un trader di PP in Indonesia ha spiegato di avere ancora scorte elevate poiché le attività di ricostituzione scorte da parte degli utilizzatori finali non sono forti come ci si aspettava, nonostante l’avvicinarsi del Ramadan. Il trader ha aggiunto “I buyer prevedono nuovi ribassi sui prezzi e anche noi riteniamo che il trend non vedrà un’inversione a breve considerando l’attuale pressione ribassista sul mercato”.

Un trasformatore in Malesia sta acquistano solo sulle ristrette necessità del momento per via della volatilità dei mercati del petrolio, affermando di non avere in programma acquisti a giugno data la domanda di prodotto finito più bassa rispetto al 2016.

In Medio Oriente, i player sauditi avevano riportato inizialmente aspettative di una domanda migliore a maggio dato l’avvicinarsi del Ramadan, ma il sentimento del mercato è rimasto debole. Alcuni buyer in Giordania hanno commentato “Ci aspettiamo un ulteriore calo della domanda poiché il vicino Ramadan potrebbe causare un rallentamento delle attività di trading”.
In Egitto, i mercati di PP e PE hanno seguito un trend da stabile a in ribasso data la buona disponibilità di materiale e la domanda debole. Un venditore ha commentato “Ci aspettavamo una domanda migliore in vista del Ramadan mentre è rimasta debole date le difficili condizioni economiche in Egitto”.

Molti buyer comunque hanno riportato un miglioramento del loro business di prodotto finite in Medio Oriente e nel Sudest Asiatico. Alcuni trasformatori hanno fatto notare che il miglioramento della domanda resta sotto le aspettative mentre altri hanno spiegato che nonostante i buoni risultati, preferiscono restare in attesa date le previsioni di nuove diminuzioni sui prezzi. Quindi, i player concordano che il miglioramento non è sufficiente per frenare il trend ribassista in atto nelle regioni.
Prova Gratuita