Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

INEOS: sviluppare l'industria dello shale gas in Scozia

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 11/02/2015 (18:22)
Secondo l’amministratore delegato del gigante petrolchimico INEOS, Gary Haywood, bisognerebbe sviluppare l’industria dello shale gas in Scozia. Haywood ha espresso preoccupazione sul futuro dello shale gas in Scozia, dopo la moratoria del governo scozzese sulle licenze per il fracking e ha affermato che l’impianto della società a Grangemouth potrebbe avere problemi nel restare attivo a lungo termine, senza lo sviluppo del nuovo settore dello shale gas.

Gli impatti ambientali e sulla salute del fracking, il processo attraverso cui si estrae lo shale gas, sono stati indicati come causa della moratoria decisa dal governo sulle licenze per il fracking. Haywood ha commentato che, anche se è possibile rifornirsi di etano a prezzi molto competitivi dagli USA, tra 10-15 anni la capacità degli USA sarà cresciuta al punto che non avrà più vantaggio economico trasportare l’etano dagli USA alla Scozia.

In precedenza INEOS aveva annunciato che il complesso petrolchimico di Grangemouth si sarebbe fondato esclusivamente sullo shale gas dal 2016, e che la società avrebbe importato lo shale gas dagli USA al Regno Unito per favorire la transizione.
Prova Gratuita
Login