Skip to content




Mercati

Asia Pacifico

  • Cina
  • SEA & India
  • (Indonesia, Vietnam, Malaysia, Singapore, Philippines, Thailand, India)
  • Europa

  • Italia
  • Nord Europa
  • (Austria, Belgio, France, Germania, Paesi Bassi, Svizzera)
  • Africa

  • Egitto
  • Africa
  • (Algeria, Tunisia, Libya, Marocco, Nigeria, Kenya, Tanzania, Sudafrica)

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Il PP riprende il trend ribassista dopo una breve pausa in Italia e Nord Europa

di Manolya Tufan - mtufan@chemorbis.com
  • 13/11/2023 (11:56)
I mercati regionali del PP sono rimbalzati nella seconda metà di agosto o a settembre, dopo quattro mesi consecutivi di cali, e hanno seguito un trend per lo più in rialzo negli ultimi due mesi. Tuttavia, i mercati del PP hanno ripreso il trend ribassista all’inizio di novembre, a causa del calo della chiusura del contratto del propilene e del deterioramento dell’outlook di mercato verso in vista della fine dell’anno.

Offerte di novembre in calo di €20-40

Nonostante i precedenti tentativi di recuperare i margini, i venditori hanno dovuto accettare cali di entità variabile a causa dell’outlook debole della domanda e dell’offerta soddisfacente. Hanno applicato lievi ribassi di circa €20-40/ton sulle loro offerte di PP, evitando cali superiori a quelli del propilene.

In Nord Europa, i prezzi sono scesi a novembre dopo aver registrato aumenti cumulativi dell’11% negli ultimi due mesi, secondo il Price Index di ChemOrbis.

Dal momento che i prezzi del PP in Italia sono rimbalzati alla fine di agosto, hanno registrato aumenti maggiori del 17-22% rispetto ai livelli di fine luglio, prima di stabilizzarsi a novembre.

FD–Italy–NWE–PPH–PPBC

Buyer spingono per ulteriori sconti sulle trattative

I trasformatori hanno spinto per cali maggiori sulle trattative, in linea con la chiusura del propilene, mentre altri continuano a rimanere inattivi prima dei nuovi acquisti.

Una fonte di mercato ha dichiarato, “Abbiamo dovuto fare un passo indietro rispetto alle nostre offerte iniziali, che non hanno suscitato alcun interesse da parte dei buyer. La domanda è complessivamente bassa, ma abbiamo notato un maggior numero di richieste di prezzi. I buyer potrebbero aver deciso di rifornire le scorte dopo aver saltato gli acquisti di ottobre”.

I trasformatori che hanno difficoltà a ricevere ordini dai loro clienti preferiscono aspettare la seconda metà di novembre per ottenere sconti maggiori. Uno di loro ha dichiarato, “I prezzi spot del PPH potrebbero scendere sotto i €1100/ton su base FD con il passare del mese”.

Le vendite di novembre saranno migliori di quelle di dicembre

La maggior parte dei player concorda sul fatto che dicembre sarà un mese debole in termini di domanda a causa della brevità del mese per via delle festività di fine anno. Non è sbagliato dire che i buyer potrebbero decidere di soddisfare il loro fabbisogno per gennaio a partire da novembre. Alcune fonti hanno addirittura riferito che gli ordini scarsi a livello di trasformatori potrebbero indurli a chiudere più a lungo del solito quest’anno, il che frenerebbe ulteriormente il fabbisogno di dicembre. Pertanto, per il mese di dicembre si prevede un trend da stabile a in ribasso.

Cosa aspettarsi?

I mercati del PP rimarranno probabilmente sotto pressione per il trend ribassista a causa della debolezza dei fondamentali del mercato nel breve termine. Gli sforzi dei venditori per l’espansione dei margini sembrano essersi rivelati impraticabili, mentre le trattative di PP potrebbero essere chiuse con cali maggiori rispetto al propilene.

Per quanto riguarda il lungo termine, resta di estrema importanza per i player monitorare con attenzione i costi delle materie prime, a causa del conflitto in Medio Oriente che ha portato a forti fluttuazioni del petrolio. Oltre all’aspetto dei costi, la gestione dell’offerta avrà maggiore importanza in quanto può ricalibrare l’outlook per l’inizio del 2024.

La redditività e le condizioni di mercato hanno un ruolo fondamentale nel definire le strategie operative. La razionalizzazione potrebbe essere la nuova normalità per tutto il 2024, fino a quando i consumi resteranno sotto pressione a causa dell’economia sfavorevole, dimostrando quanto sia fragile l’equilibrio del mercato. Secondo fonti del settore, i produttori manterranno i tassi di produzione in sintonia con le condizioni della domanda, in un contesto economico difficile che elimina il potenziale di una rapida ripresa della domanda.

Infine, ma non meno importante, il comportamento di acquisto dopo la pandemia si è modificato a causa del contesto economico prevalente, con i consumatori che hanno ridotto significativamente le spese per i beni durevoli, tra cui l’elettronica e i dispositivi. I player non si aspettano di vedere un cambiamento importante nella domanda delle applicazioni di PP prima che le economie tornino a crescere.

Il PP è utilizzato negli imballaggi, nella produzione di articoli per la casa e anche nel settore dell’automotive. Il PP copolimero è ampiamente utilizzato nella produzione di prodotti industriali, come cruscotti, decorazioni per interni di automobili, paraurti e parti interne ed esterne di lavatrici.
Prova Gratuita
Login