Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Il mercato PS Asia seguirà il rialzo dell’ABS con il supporto dei costi?

di Merve Madakbaşı - mmadakbasi@chemorbis.com
  • 31/08/2021 (10:43)
I venditori di ABS in Cina e Sudest Asiatico sono stati supportati abbastanza da alzare leggermente le loro offerte durante la scorsa settimana. I principali fattori che hanno spinto il mercato in rialzo sono stati il rimbalzo dei future del petrolio e il miglioramento della domanda dei clienti finali.

Tuttavia, il PS non è stato influenzato dal rafforzamento del petrolio, mentre resta da vedere se il prodotto sarà sostenuto o meno dal rialzo dello stirene questa settimana.

Prices – CIF China – Import – ABS inj. – GPPS – HIPS

Import ABS sostenute da offerta scarsa, rialzo petrolio

La ripresa nei mercati asiatici dell’ABS è stata in linea con l’offerta scarsa in Cina e il miglioramento della domanda dei clienti finali.

I prezzi dell’ABS iniez. di importazione per tutte le origini sono aumentati di $10-30/ton arrivando a $2240-2310/ton CIF China, cash alla fine della scorsa settimana. Il mercato è stato anche influenzato dall’offerta locale ridotta a causa dei fermi impianto nell’Est e nel Nordest della Cina.

Shandong Hai Jiang e Liaodong Hua Gong (Cina) stanno effettuando fermi impianto per manutenzione, mentre il riavvio dell’impianto di Liaoning Petrochemical verrà posticipato a settembre. Anche Ningbo LG Yongxing effettuerà una manutenzione programmata a settembre.

Le offerte di importazione nel Sudest Asiatico hanno seguito il trend nonostante la domanda colpita dal virus dato il coprifuoco in Thailandia, Malesia, Indonesia e Filippine. L’ABS iniez. è aumentato leggermente a $2270-2330/ton CIF SEA, cash alla fine della scorsa settimana

In generale, i mercati sono stati sostenuti dal complesso energetico in rialzo, dove i future WTI (NYMEX) sono stati commercializzati quasi a $69/bbl durante una sessione infragiornaliera di lunedì dopo aver chiuso in rialzo venerdì.

Secondo alcuni player, l’interruzione della produzione di petrolio nella costa del Golfo degli Stati Uniti potrebbe mantenere il mercato in rialzo nel breve termine, e ciò potrebbe supportare i mercati del benzene e dello stirene.

Tuttavia, PS pervaso da domanda di derivati debole

Tuttavia, il mercato del PS non ha risposto ai costi in rialzo del complesso energetico e alla ripresa dei mercati dell’ABS nella regione. Il principale fattore che ha attenuato il sentimento è stata la domanda scoraggiante da parte dei buyer di derivati.

“Gli acquisti sono stati principalmente limitati poiché la domanda di prodotti finiti è rimasta ferma a fine agosto. Resta da vedere se il PS risponderà o meno al miglioramento del sentimento degli altri stirenici all’inizio di settembre", ha affermato un player alla fine della scorsa settimana.

Lunedì, un trader con sede in Cina ha dichiarato a ChemOrbis: "I fornitori stanno cercando di rimanere fermi sui loro prezzi. Tuttavia, i prezzi sui massimi del range di mercato continuano a vedere una resistenza da parte dei buyer. Il mercato potrebbe fluttuare all’interno di un range ristretto nel breve termine a meno che i costi non continuino a salire in modo più visibile".

Stirene spot aumenta ancora lunedì

Il mercato spot dello stirene ha chiuso la scorsa settimana in rialzo, sostenuto dal recente rimbalzo del complesso energetico. Alla fine della scorsa settimana, i prezzi indicavano aumenti di $20/ton rispetto alla settimana precedente sia su base CFR Cina che FOB Corea.

Inoltre, lunedì i prezzi spot del benzene e dello stirene sono aumentati ulteriormente dopo la notizia che gli hub petrolchimici in Louisiana, Stati Uniti, sono stati colpiti dall’uragano Ida domenica. Ciò ha causato qualche preoccupazione tra i player riguardo alla riduzione dell’offerta di stirene in Asia nel breve termine.
Prova Gratuita
Login