Skip to content




Mercati

Asia Pacifico

  • Cina
  • SEA & India
  • (Indonesia, Vietnam, Malaysia, Singapore, Philippines, Thailand, India)
  • Europa

  • Italia
  • Nord Europa
  • (Austria, Belgio, France, Germania, Paesi Bassi, Svizzera)
  • Africa

  • Egitto
  • Africa
  • (Algeria, Tunisia, Libya, Marocco, Nigeria, Kenya, Tanzania, Sudafrica)

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Il mercato ribassista del PVC asiatico è quasi giunto al termine?

di Shibu Itty Kuttickal - sikuttickal@chemorbis.com
  • 23/11/2022 (12:38)
I mercati asiatici del PVC stanno per cambiare direzione dopo un trend ribassista durato sette mesi? I player locali credono possa essere così, indicando la rapida risposta da parte dei buyer indiani alle offerte di dicembre di un importante produttore taiwanese, ma hanno aggiunto che le offerte statunitensi basse potrebbero ancora ostacolare qualsiasi trend rialzista.

Secondo il Price Index di ChemOrbis, i mercati di importazione del PVC in India, Cina e Sudest Asiatico hanno finora perso circa la metà dei loro valori prevalenti ad aprile e sono attualmente ai minimi da quasi due anni e mezzo. I player indiani hanno affermato che l’ultima volta che c’è stato un forte interesse verso i prezzi del produttore taiwanese il mercato era in procinto di un rimbalzo.


Un trader indiano ha affermato, “È ancora presto, ma il modo in cui i buyer si stanno preparando per acquistare mostra che c’è una ripresa della domanda che probabilmente pone i mercati al minimo in questo momento".

Principale produttore taiwanese riduce prezzi per 8° mese consecutivo

Il produttore taiwanese ha annunciato riduzioni di $50-90/ton sulle sue offerte di dicembre nei mercati asiatici, e questo rappresenta l’ottavo mese consecutivo di riduzioni dei prezzi. Le nuove offerte del produttore di PVC K67-68 per dicembre sono in calo di $90/ton rispetto alle sue offerte di novembre a $750/ton CIF India e in calo di $55/ton a $735/ton CIF Cina, mentre anche le offerte FOB Taiwan sono in calo di $50/ton a $690/ton. Ha anche offerto ribassi di $10/ton sugli acquisti di volumi più elevati.

I prezzi del produttore taiwanese sono considerati un punto di riferimento per i mercati asiatici. Le aspettative iniziali di dicembre prevedevano cali maggiori di almeno $100/ton, che sono state riviste visto il leggero miglioramento del sentimento cinese dopo la notizia che la Cina ha deciso di allentare la sua politica zero-Covid.

Buyer indiani accettano immediatamente offerte taiwanesi

Non sono ancora disponibili informazioni sulle allocazioni del produttore. Un agente indiano del produttore taiwanese ha affermato, "Possiamo dirvi però che la maggior parte delle nostre allocazioni sono state acquistate in pochissimo tempo. Ciò indica un buon interesse per il PVC nel mercato indiano ".

Ha poi aggiunto, "Il prezzo del produttore taiwanese si colloca attualmente in mezzo al range dei prezzi d’importazione in India, poiché questa settimana non abbiamo visto offerte statunitensi, ma ciò non significa che non ci saranno altre offerte dagli Stati Uniti.”

Trader di carichi statunitensi assenti in India

La scorsa settimana, le offerte statunitensi erano state riportate intorno ai $650/ton, ma l’ultima settimana ha visto poche offerte di origini statunitense. Un altro trader ha dichiarato, "I trader che hanno offerta di origine statunitense sembrano aver aspettato i prezzi del produttore taiwanese. Vedendo la buona positiva, potrebbero iniziare a offrire con prezzi sui minimi, ma i tempi di spedizione più lunghi per i carichi statunitensi potrebbero portare i buyer a chiedere dei ribassi”.

Inoltre ha aggiunto, "Potremmo dover aspettare una settimana o due per vedere in che direzione andrà il mercato da qui in poi".

Prezzi indiani più alti dopo quotazioni taiwanesi

I prezzi di importazione indiani sono aumentati di circa $10/ton sia sui minimi che sui massimi del range di prezzo a $680-780/ton CIF, cash. Subito dopo le offerte di dicembre del produttore taiwanese, un produttore connazionale ha offerto ai mercati indiani un prezzo leggermente superiore pari a $740-750/ton CIF. Ci sono state anche offerte sudcoreane segnalate a $670-680/ton CIF India. Alcuni trader si aspettavano spedizioni statunitensi con un prezzo vicino ai $700/ton, ma si trattava di ipotesi in assenza di offerte reali.

I trader hanno anche sottolineato la presenza di buyer ancora in attesa di prezzi più bassi dagli Stati Uniti. Un trader indiano ha affermato, "Non sappiamo quali saranno i prezzi degli Stati Uniti nelle prossime settimane, poiché i segnali precedenti indicavano un’ampia disponibilità dei produttori statunitensi del Golfo prima della fine dell’anno. Al momento, non è semplice prevedere i trend di mercato. Pensiamo che ci vorranno un paio di settimane perché la direzione del mercato sia chiara".

Anche in Cina, i player hanno riportato un miglioramento della domanda dopo che il produttore taiwanese ha annunciato le sue ultime riduzioni di prezzo per dicembre. "Abbiamo certamente visto una domanda più forte dai nostri mercati di esportazione dopo l’annuncio delle riduzioni di prezzo", ha affermato un trader cinese, aggiungendo che la risposta positiva dei buyer dall’India, il più grande importatore mondiale di PVC, indica un trend rialzista in vista.

Sudest Asiatico vede ancora offerte USA più basse

Ma i trader del Sudest Asiatico hanno riportato ancora offerte più basse per le spedizioni statunitensi rispetto alla settimana precedente. Secondo quanto riportato, una spedizione statunitense è stata offerta in Vietnam a $620/ton CIF.

Un trader in Vietnam ha dichiarato, "La domanda nella regione è ancora debole. Il mercato immobiliare è fermo e i prezzi delle spedizioni statunitensi sono ancora in ribasso... e potrebbero forse scendere anche sotto i prezzi attuali. Poiché si prevede un calo dei prezzi, non vogliamo acquistare di più perché vendere potrebbe essere troppo difficile. Il mercato potrebbe migliorare dopo il capodanno cinese, ma le pressioni recessive potrebbero porre un limite ai prezzi”.

Un trader indonesiano ha condiviso questo sentimento. "Le offerte di dicembre del produttore taiwanese potrebbero aver reso il sentimento ancora più ribassista. Nel frattempo, la domanda locale è stata limitata dal calo della rupia rispetto al dollaro USA, che limita il potere d’acquisto dei buyer", ha aggiunto.
Prova Gratuita
Login