Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Import di polimeri in Turchia in crescita nel 2019

di Merve Madakbaşı - mmadakbasi@chemorbis.com
  • 04/02/2020 (11:59)
Il mercato dei polimeri della Turchia ha ripreso a crescere nel 2019, anche se in misura ridotta. Il volume di importazioni è stato in tutto di 4,8 milioni ton, indicando una crescita annua del 2,7%.

Ciò ha seguito un calo del 6,5% nel 2018, quando i mercati dei polimeri sono stati duramente colpiti da condizioni economiche difficili a causa del deprezzamento della lira turca rispetto all’USD.



Import di PP omo ai massimi storici

La Turchia ha importato 1,7 milioni ton di PP omo nel 2019. Questo segna il maggior numero di volumi di importazioni dal 2001, quando ChemOrbis ha iniziato a raccogliere i dati. Per un altro anno, l’Arabia Saudita è stata il primo tra i maggiori fornitori.

Maggiori importazioni di PP copo dal 2013

Secondo le Statistiche di importazione di ChemOrbis, l’import di PP copo nel 2019 è aumentato del 5% rispetto all’anno precedente. La cifra è la più alta degli ultimi sei anni.
Import complessivo di PVC ai minimi dell’ultimo decennio

Le importazioni di S-PVC sono scese leggermente sotto la soglia delle 600.000 ton lo scorso anno, con un calo del 4% sul 2018. Inoltre, indicano il volume più basso dal 2009 .

La Francia ha preso il comando per un altro anno con quasi 145.000 tonnellate di esportazioni verso la Turchia, seguite rispettivamente da Messico e Stati Uniti.

Per seguire le importazioni della Turchia per paese, clicca qui (Riservato agli abbonati)

Per seguire le importazioni della Turchia per prodotto, clicca qui (Riservato agli abbonati)

Import di LDPE e HDPE ai minimi degli ultimi anni


Le importazioni di LDPE sono crollate di quasi il 5% a 270.000 tonnellate tra gennaio e dicembre, indicando il loro volume più basso in 4 anni. Le importazioni di HDPE hanno registrato un calo del 2%, segnando il minimo degli ultimi nove anni.

Volumi LLDPE ai massimi storici, import dagli USA raddoppiato

A differenza di LDPE e HDPE, le importazioni di LLDPE in Turchia hanno toccato i massimi storici lo scorso anno. Hanno raggiunto il livello più alto dal 2001, quando ChemOrbis ha iniziato a raccogliere i dati, arrivando a quasi 540.000 tonnellate. Hanno anche rappresentato un aumento dell’8% rispetto al 2018.

Gli Stati Uniti sono il secondo esportatore di LLDPE della Turchia con oltre 155.000 tonnellate dopo l’Arabia Saudita. Le importazioni di LLDPE dagli USA sono aumentate rispetto al 2018, come mostrato dai dati. Questo è in linea con le tensioni commerciali tra USA e Cina, che hanno portato a un aumento dell’influsso dai nuovi impianti USA alla Turchia e verso altre destinazioni.

Import PS crolla di quasi il 18%, Iran perde posizioni per ADD

Le importazioni di PS in Turchia hanno totalizzato poco meno di 130,000 ton nel 2019, un calo notevole del 17.6% rispetto allo scorso anno.

Le importazioni dall’Iran sono diminuite di quasi un terzo lo scorso anno, mentre il paese è il terzo tra i maggiori fornitori. I volumi ridotti dall’Iran sono in linea con il dazio anti-dumping dell’11.3% imposto dalla Turchia sulle importazioni di PS originarie dell’Iran a inizio 2019.

Il Belgio è rimasto il primo fornitore della Turchia, seguito dalla Corea del Sud.

Import ABS Turchia in aumento del 6%, Arabia Saudita tra i primi 3

Nel 2019 le import di ABS sono aumentate del 6% dal 2018. Intanto, l’Arabia Saudita ha superato Taiwan, diventando il terzo fornitore della Turchia dopo il Belgio. La Corea del Sud è il primo fornitore con oltre 75,000 ton.

Import di EPS in calo del 50% nel 2019

Lo scorso anno la Turchia ha importato circa 28.000 tonnellate di EPS, in calo del 55% su base annua. L’Austria è rimasta il primo fornitore della Turchia per il quinto anno consecutivo.

Import PET in calo, grado bottiglia registra il calo più forte

L’anno scorso, le importazioni totali di PET tessile in Turchia sono diminuite del 16%, mentre le importazioni di grado bottiglia hanno registrato un calo più marcato di oltre il 21%, attestandosi a circa 91.000 tonnellate.

Prova Gratuita