Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

In Europa inizia la stagione dei fermi impianto per il PVC

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 06/08/2014 (16:44)
I maggiori produttori europei hanno cominciato a pianificare le chiusure per manutenzione dei loro impianti di PVC per il periodo agosto-settembre. Verranno chiusi circa 9 impianti, che costituiscono un terzo della capacità di PVC totale in Europa.

KemOne chiuderà i suoi quattro impianti di PVC in Francia per una manutenzione programmata che durerà da due a quattro settimane. L’impianto della Kem One di Berre, che ha una capacità di 290,000 ton/anno di PVC, è stato chiuso questa settimana il 4 agosto e dovrebbe rimanere offline fino all’inizio di settembre. Gli impianti di Balan e Saint Auban verranno chiusi l’11 agosto e rimarranno offline fino alla fine di agosto. Gli impianti hanno una capacità rispettivamente di 300,000 ton/anno e 70,000 ton/anno. L’impianto di Saint Fons verrà chiuso per una manutenzione di una settimana l’11 agosto.

Ineos ha programmato di chiudere il suo impianto da 320,000 ton/anno di PVC a Schkopau, Germania, per una manutenzione di due settimane a partire dal 4 agosto, mentre questa settimana ha chiuso il suo impianto di Mazingarbe, Francia. L’impianto da 225,000 ton/anno rimarrà offline fino all’inizio di settembre.

Anche Borsodchem ha programmato una chiusura del suo impianto da 320,000 ton/anno di PVC a Kazincbarcika, Ungheria, per una manutenzione di due settimane.

Per settembre, Anwil ha programmato di chiudere il suo impianto a Wloclawek, Polonia. L’impianto da 340,000 ton/anno dovrebbe rimanere offline per due settimane. Anche la Vinnolit in Germania sta programmando una chiusura del suo impianto da 175,000 ton/anno di PVC grado sopensione a Burghausen per una manutenzione dalla fine di settembre all’inizio di novembre.

Tuttavia, la stagione dei fermi impianto non ha supportato il sentimento nel mercato del PVC in Europa data la chiusura in ribasso dell’etilene e la scarsa attività di trading a causa delle festività. I produttori stanno cercando di mantenere stabili i loro prezzi, mentre nel mercato della distribuzione sono state riportate leggere diminuzioni di €5-7/ton.
Prova Gratuita
Login