Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

In calo i mercati europei di PS, ABS dopo 4 mesi

di Manolya Tufan - mtufan@chemorbis.com
  • 07/06/2019 (11:34)
In Europa, due dei maggiori produttori hanno annunciato per primi dei ribassi nei mercati di PS e ABS a seguito del calo di €143/ton del contratto dello stirene di giugno. Le diminuzioni sono arrivate dopo che i prezzi avevano toccato i livelli più degli ultimi mesi a maggio.

Prezzi spot PS, ABS in calo a fine maggio dopo diversi aumenti

I mercati europei di PS e ABS hanno registrato il quarto mese di aumenti a inizio maggio, anche se il trend rialzista ha perso forza in questo periodo.

L’attività di destoccaggio dei venditori per le attese ribassiste di giugno hanno dato il via al trend ribassista prima che maggio terminasse.

Prima che i prezzi cambiassero direzione, i prezzi spot di ABS e PS hanno raggiunto i livelli più alti rispettivamente degli ultimi cinque e sette mesi a inizio maggio, secondo i dati settimanali del Price Index di ChemOrbis. Secondo i dati, i prezzi spot di GPPS e HIPS in Italia e Nord Europa hanno toccato i livelli più alti da settembre 2018 e i prezzi di ABS da novembre 2018.

PS di giugno offerto in calo di €105-145

Secondo gli annunci pubblicati sui siti delle società, Trinseo e Ineos hanno offerto il PS con diminuzioni mensili di €105-110/ton per GPPS e HIPS a partire dal 1° giugno.

I produttori hanno applicato diminuzioni minori dello stirene, come già anticipato.

Tuttavia un fornitore di PS del sud Europa ha annunciato diminuzioni maggiori di €145/ton. Una fonte del produttore ha commentato “Abbiamo applicato l’intero calo dello stirene sui prezzi di giugno per far crescere le vendite. Ci aspettiamo forti diminuzioni per favorire la domanda dopo il trading debole di aprile e maggio”.

ABS registra cali a due cifre

Ineos Styrolution ha annunciato le offerte di ABS di giugno con diminuzioni di €80/ton su maggio dopo il calo di €143/ton dello stirene e di €60/ton del contratto del butadiene. Intanto, un fornitore del sud Europa ha applicato diminuzioni fino a €100/ton per l’ABS per l’offerta buona.
Forti diminuzioni non fanno crescere interesse all’acquisto

I buyer non hanno risposto alle forti diminuzioni finora e preferiscono posticipare gli acquisti per i livelli elevati delle scorte sia da parte dei venditori che dei buyer.

I mercati deboli potrebbero non permettere ai buyer di assicurarsi materiale oltre le loro necessità anche nel caso in cui avessero bisogno di rifornire le scorte, dopo averle abbassate negli ultimi mesi.

Un trasformatore di packaging per alimenti in Italia ha affermato “Non abbiamo fretta di acquistare perché abbiamo scorte sufficienti fino a metà luglio. Le nostre scorte attuali sono elevate perché abbiamo dovuto ridurre i nostri tassi di produzione per la domanda debole di prodotti finiti tra aprile e maggio”.

Secondo alcune voci, il trend ribassista potrebbe essere esteso anche a luglio per diversi fattori ribassisti che tengono i buyer in allerta, in attesa di vedere un outlook più chiaro per il prossimo mese.

Sentimento dominato da volatilità materie prime, tensioni commerciali

I player monitorano gli sviluppi delle materie prime da vicino e l’impatto delle tensioni commerciali tra Cina e USA sulla domanda.

I prezzi spot dello stirene su base FOB NWE sono diminuiti di oltre il 15% dal picco di aprile, secondo i dati del Price Wizard di ChemOrbis. I prezzi di riferimento del petrolio, intanto, hanno toccato i minimi dall’inizio dell’anno di recente.
Prova Gratuita