Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Ineos importa etano da USA, più offerta da Grangemouth

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 20/02/2014 (18:16)
Lo scorso lunedì Ineos Group ha comunicato di aver firmato un accordo per aumentare le importazioni di etano dagli USA, traendo vantaggio dall’offerta diventata disponibile grazie allo shale gas. Ineos ha firmato un accordo con la Consol Energy all’inizio della settimana per la fornitura che partirà dal 2015.

Secondo i media locali dell’area di Grangemouth, le nuove forniture di feedstock dagli USA permetteranno alle produzioni di Ineos Europa di essere più competitive e dovrebbero assicurare il futuro del complesso a Grangemouth.

Questa struttura lo scorso anno aveva rischiato di essere chiusa in modo permanente.

Secondo le informazioni, il passaggio dall’etano estratto dal Mare del Nord al più conveniente importato dagli USA dovrebbe assicurare la sopravvivenza di Grangemouth, dopo le perdite di £600 milioni accumulate lo scorso anno, secondo i dati della società.

Ineos ha chiuso altri quindici accordi per forniture con la Range Resources.

David Thompson, direttore dell’approvvigionamento di Ineos, avrebbe affermato "Questo contratto migliora la nostra fornitura di etano, garantendo una disponibilità a lungo termine di questa materia prima essenziale per i cracker europei. Permetterà anche di migliorare la competitività di INEOS in Europa.
Prova Gratuita
Login