Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Iran non ottimista circa esito meeting in Algeria

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 27/09/2016 (16:53)
Secondo quanto riportato dai media, l’Iran non crede che i paesi dell’OPEC e gli altri produttori di petrolio troveranno un accordo per il congelamento della produzione durante il meeting in Algeria di questa settimana, sebbene alcuni membri si aspettino di arrivare a una soluzione per risolvere il problema dell’eccesso di greggio che ha portato alla forte diminuzione dei prezzi del petrolio.

La Russia e i produttori dell’OPEC vogliono che il mercato torni ad essere bilanciato per accrescere i profitti dalle esportazioni di petrolio e migliorare i deboli bilanci, dopo che i prezzi del petrolio sono scesi di metà rispetto al 2014.

I produttori stanno cercano di raggiungere un accordo per il congelamento della produzione dall’inizio di quest’anno. Gli osservatori del mercato non credono che un accordo porterà ad un reale taglio della produzione.

Secondo Reuters, il ministro del petrolio degli EAU, Suhail bin Mohammed al-Mazroui ha osservato “Negli EAU vogliamo che si prenda una decisione. Crediamo che un congelamento della produzione sarà positivo se tutte le parti fossero d’accordo. Speriamo che i paesi giungano a una decisione finale”.

Tuttavia, secondo il servizio di informazione del ministero del petrolio SHANA, il ministro del petrolio dell’Iran Bijan Zanganeh ha affermato “Questo è un meeting di consultazione, ed è tutto quello che dobbiamo aspettarci da esso. Le voci che girano tra i membri dell’OPEC potrebbero essere valide per il summit dell’organizzazione che si terrà a Vienna il prossimo novembre”.

Negli ultimi tre mesi, l’Iran ha mantenuto la produzione a 3.6 milioni barili/giorno, vicino ai livelli precedenti all’imposizione delle sanzioni nel 2012. L’Iran ha affermato che mira a riportare il livello a 4 milioni barili/giorno. L’Iran vuole arrivare a produrre circa 4.1-4.2 milioni di barili al giorno prima del congelamento della produzione, secondo una fonte dell’OEPC.

Tuttavia, alcuni ministri e rappresentanti ufficiali continuano a credere che i membri dell’OPEC e gli altri produttori di petrolio possano arrivare a un accordo durante il meeting in Algeria di questa settimana.
Prova Gratuita
Login