Skip to content




Mercati

Asia Pacifico

  • Cina
  • SEA & India
  • (Indonesia, Vietnam, Malaysia, Singapore, Philippines, Thailand, India)
  • Europa

  • Italia
  • Nord Europa
  • (Austria, Belgio, France, Germania, Paesi Bassi, Svizzera)
  • Africa

  • Egitto
  • Africa
  • (Algeria, Tunisia, Libya, Marocco, Nigeria, Kenya, Tanzania, Sudafrica)

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Iran, produzione petrolifera a livello pre-sanzioni a giugno

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 20/04/2016 (16:15)
Secondo quanto riportato dai media, il vice ministro del petrolio dell’Iran Rokneddin Javadi ha affermato che la produzione di petrolio del paese toccherà i livelli precedenti alle sanzioni entro la fine di giugno. L’Iran potrebbe quindi essere più disponibile a cooperare con gli altri membri dell’OPEC per quanto riguarda la proposta di congelare la produzione di petrolio durante il prossimo meeting dell’organizzazione, previsto per il 2 giugno a Vienna.

I produttori di petrolio membri dell’OPEC e non, non sono riusciti a raggiungere un accordo sul congelamento della produzione del greggio durante il meeting di domenica scorsa a Doha, in quanto l’Arabia Saudita ha chiesto la partecipazione di tutti i membri, incluso l’Iran. L’Iran ha però affermato che non prenderà parte ai negoziati, almeno fino a che la sua produzione non sarà tornata ai livelli precedenti alle sanzioni.

Una fonte ha affermato che l’Iran supporterà gli sforzi degli altri produttori di petrolio per stabilizzare il mercato, dopo aver riportato la sua produzione ai livelli precedenti alle sanzioni. La produzione di petrolio dell’Iran era leggermente inferiore a 4 milioni di barili il giorno prima che venissero imposte le sanzioni nel 2011 e nel 2012. Il vice ministro Javadi ha riportato che la produzione di petrolio è salita ad oltre 3.5 milioni di barili al giorno la scorsa settimana.
Prova Gratuita
Login