Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Kenya ottiene fondi per progetto autostrada

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 25/03/2015 (15:15)
Secondo quanto riportato dai media, Kenya ha ottenuto 123 milioni di dollari per il progetto di ampliamento dell’autostrada Mombasa-Mariakani dal Fondo africano di sviluppo in seguito all’approvazione della Banca africana di sviluppo. Il progetto è inoltre co-finanziato da KfW (Germania), la Banca europea per gli investimenti e il fondo fiduciario per le infrastrutture in Africa.

Al momento, la strada è sempre molto trafficata, bloccando l’accesso al porto principale del Kenya, Mombasa, a causa del traffico molto intenso, specialmente dei mezzi pesanti.
Il progetto prevede un ampliamento di 41.7 chilometri dell’autostrada Mombasa-Mariakani. Verranno costruiti lungo la strada dei cavalcavia, delle aree di sosta per gli autobus, strade di servizio, parcheggi per i camion, ponti pedonali, marciapiedi, illuminazioni stradali e altri componenti correlati.

Il progetto è importante per il Kenya in quanto sarà una via importante per l’export e l’import. Il progetto sarà anche una sezione importante del Corridoio Settentrionale, che collega il porto di Mombasa in Kenya con i seguenti paesi bloccati via terra dell’Africa centrale e orientale: Uganda, Ruanda, Burundi la Repubblica Democratica del Congo.

Intanto, a gennaio, il Kenya ha inoltre siglato un accordo di prestito da $270 milioni con il Giappone per l’espansione della capacità del porto di Mombasa, che è molto trafficato ed è la principale via commerciale verso l’Africa Orientale. Il porto di Mombasa gestisce i carburanti, beni di consumo e altre importazioni per Uganda, Burundi, Ruanda, Sud Sudan, Repubblica democratica del Congo e Somalia, in aggiunta alle esportazioni regionali di tè e caffè.

Gli stati confinanti e le imprese regionali hanno messo pressione sulle autorità del Kenya per migliorare la gestione e l’efficienza del porto in quanto gli scambi commerciali da e verso la regione sono in crescita. D’altra parte, anche la Tanzania, il paese a sud del Kenya, si sta muovendo per rendere il porto di Dar es Salaam più efficiente e intende aggiungere un altro terminale di container, accrescendo la competizione nella regione.
Prova Gratuita
Login