Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

L’ etilene europeo affronta pressioni opposte per aumento materie prime, miglioramento offerta

  • 09/11/2017 (11:28)
Recentemente, i prezzi spot dell’etilene in Europa sono diminuiti dopo aver seguito un trend per lo più stabile nel corso di ottobre. Il riavvio dei cracker dopo i fermi per manutenzione ha giocato un ruolo importante per il recente calo poiché il miglioramento dell’offerta ha messo sotto pressione il mercato. Tuttavia, i prezzi dell’etilene hanno anche seguito delle pressioni opposte provenienti dal mercato delle materie prime, dove il petrolio Brent ha raggiunto il livello massimo da più di due anni e la nafta spot ha seguito lo stesso trend.

La fine della stagione delle manutenzioni ha portato ad un miglioramento dell’offerta nel mercato dell’etilene in Europa. Borealis, OMV, Versalis e Total hanno riavviato la produzione ai loro cracker dopo un fermo di un mese mentre anche altri cracker a vapore hanno iniziato a produrre regolarmente nella regione. Secondo alcuni player, la mancanza dei problemi di offerta continuerà a pesare sul mercato per il resto di novembre.



D’altra parte, il mercato delle materie prime sta registrando il livello più alto mai visto in più di due anni. Il petrolio Brent è aumentato al livello massimo a partire da giugno 2015, raggiungendo la soglia dei $64/bbl questa settimana. Di conseguenza, il Price Wizard di ChemOrbis mostra che i prezzi spot della nafta sono aumentati di $20/ton fino adesso a novembre mentre l’aumento totale ha raggiunto i $70/ton a partire dall’inizio di ottobre. I dati mostrano anche i livelli massimi visti a partire da maggio 2015 su base media settimanale per i prezzi spot della nafta.



Adesso i player si chiedono quale fattore giocherà un ruolo prevalente nel determinare la direzione del mercato dell’etilene.
Prova Gratuita