Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Lento riavvio di tre cracker negli USA dopo Harvey, Qxy dichiara FM sul PVC

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 01/09/2017 (13:35)
Secondo fonti di mercato, i produttori stanno lentamente tentando di riprendersi dai devastanti effetti di Harvey. Questi cracker stanno preparando il riavvio delle attività, sebbene molti siano ancora fermi in quanto oltre il 50% della capacità di etilene degli USA resta ferma.

Puoi controllare il grafico che mostra le capacità inattive di polimeri e monomeri negli USA dopo Harvey in
questa news .

Giovedì, l’impianto di olefine di ExxonMobil a Baytown era parzialmente attivo. Il produttore ha chiuso domenica pomeriggio il complesso di etilene da 2.42 milioni di ton/anno a seguito di Harvey. Il complesso chimico della società a Beaumont da 827,000 ton/anno di etilene è rimasto chiuso.

Dow Chemical ha riavviato il cracker da 1 milione ton/anno a Freeport, Texas, nonostante la società stia considerando di ridurre i tassi di produzione nei complessi in Texas e Louisiana a causa di problemi legati alle infrastrutture e alla logistica. news di ieri .

Intanto, OxyVinyls ha dichiarato una forza maggiore sull’offerta di PVC da Houston. L’impianto di PVC della società a Pasadena, Texas ha un miliardi di ton/anno di capacità mentre il suo impianto a Deer Park, Texas ha una capacità di 250,000 ton/anno.

La dichiarazione della forza maggiore della società è applicabile alle vendite locali e anche alle esportazioni. La società ha sospeso la sua produzione lo scorso venerdì.

Di conseguenza, OxyVinyls dovrebbe chiedere un aumento di 5 cent/lb ($110/ton) per i prezzi di ottobre del PVC. Questo dovrebbe anche riflettersi sulle offerte di esportazione.
Prova Gratuita
Login