Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Libia: Saranno aperti due porti petroliferi sicuri

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 31/03/2015 (17:11)
Secondo quanto riportato dai media, in seguito al ritiro delle forze rivali dall’area dopo diversi mesi di scontri, sono state denominate le forze di sicurezza per il petrolio gestito dallo Stato libico per la società petrolifera NOC (National Oil Corp.) gestita dallo Stato per riaprire i due principali porti petroliferi della nazione, Ras Lanuf e Es Sider, che hanno una capacità combinata di 600,000 barili al giorno.

Il portavoce delle forze di sicurezza, Ali al-Hassi, ha commentato, “I porti petroliferi sono sicuri e abbiamo chiesto a NOC di revocare la forza maggiore dai porti, per permettere alle società petrolifere di riprendere a lavorare”.

Tuttavia, secondo i funzionari del petrolio, devono innanzitutto essere effettuati i controlli tecnici e di sicurezza. Gli oleodotti e le unità di stoccaggio devono essere controllate per verificare che siano in buone condizioni. A fine dicembre, i serbatoi di stoccaggio di Es Sider furono colpiti da un razzo, bruciando per una settimana.

La Libia ha sostenuto la produzione di petrolio nelle ultime settimane nonostante gli attuali problemi politici nel paese. La produzione di petrolio ha toccato i 564,000 barili al giorno e dovrebbe crescere ancora, secondo una fonte di National Oil Corp (NOC). Tuttavia, NOC ha dovuto dichiarare forza maggiore a inizio marzo agli 11 giacimenti di petrolio nel Bacino Sirte, a sud di Es Sider, dopo che le forze ribelli hanno attaccato almeno tre impianti e rapito fino a 10 lavoratori stranieri del petrolio.
Prova Gratuita
Login