Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Libia riavvia esportazioni petrolifere

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 16/09/2016 (13:18)
Secondo quanto riportato dai media, nella giornata di giovedì la National Oil Corporation (NOC) della Libia ha affermato che avrebbe revocato alcune delle sue dichiarazioni di forza maggiore e che avrebbe riavviato le esportazioni di petrolio da alcuni dei porti principali. I disordini nel paese che continuano dal 2011 hanno portato il paese a produrre solo una frazione dei precedenti 1.6 milioni di barili al giorno.

Il Presidente di NOC Mustafa Sanalla ha affermato “Le esportazioni riprenderanno immediatamente da Zueitina e da Ras Lanuf, e successivamente da Brega, mentre quelle da Es Sider riprenderanno il priam possibile. NOC gestisce i porti, e sono sicuri. Ci siamo già messi in contatto con i nostri partner commerciali esteri”.

Un ufficiale di porto a Ras Lanuf ha affermato che una nave cisterna ha attraccato per caricare petrolio nella giornata di giovedì, la prima da almeno il 2014, mentre un’altra nave ha attraccato a Brega.

Sanalla ha inoltre affermato che la Libia rialzerà la produzione a 600,000 barili al giorno (bpd) entro un mese e a 950,000 ton/anno entro la fine del 2016 da circa 290,000 ton/anno attuali se la NOC troverà i fondi necessari e se gli oleodotti bloccati nel sudest del paese verranno riaperti.

Nella giornata di giovedì, è ripresa la produzione presso il giacimento di Nafoura che era stato fermato nel novembre 2015. Il giacimento era in grado di produrre 25,000-30,000 bpd.
Prova Gratuita
Login