Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Manifatturiero cresce nell'Eurozona, in calo negli USA

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 04/02/2014 (13:19)
L’Institute of Supply Management (ISM) ha annunciato che il tasso di crescita dell’attività manifatturiera negli USA è diminuito oltre le attese a gennaio, mentre nell’Eurozona è cresciuto superando le previsioni, secondo quanto riportato da Markit Economics.

L’indice manifatturiero dell’ISM per gli USA è diminuito a 51.3 a gennaio, rispetto al 56.5 del mese di dicembre. Ogni lettura superiore a 50 indica espansione. Le previsioni iniziali avevano indicato una lettura di 56, secondo un sondaggio condotto da Bloomberg.

Nell’Eurozona, d’altra parte, la crescita del manifatturiero ha registrato il tasso più forte a gennaio da maggio 2011, crescendo da 52.7 a 54 rispetto al mese precedente. Un indice preliminare dei manager degli acquisti di Markit Economics si attestava a gennaio a 53.9.

Nel Regno Unito l’attività industriale è cresciuta meno delle previsioni a gennaio, secondo i dati di Markit Economics. Il manifatturiero nel Regno Unito è diminuito da 57.5 di dicembre a 56.7. Le previsioni iniziali avevano indicato una lettura di 57.3 in un sondaggio di Bloomberg.
Prova Gratuita
Login