Skip to content




Mercati

Asia Pacifico

  • Cina
  • SEA & India
  • (Indonesia, Vietnam, Malaysia, Singapore, Philippines, Thailand, India)
  • Europa

  • Italia
  • Nord Europa
  • (Austria, Belgio, France, Germania, Paesi Bassi, Svizzera)
  • Africa

  • Egitto
  • Africa
  • (Algeria, Tunisia, Libya, Marocco, Nigeria, Kenya, Tanzania, Sudafrica)

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Materiale USA preme sui prezzi del PVC import in Asia

di Shibu Itty Kuttickal - sikuttickal@chemorbis.com
  • 10/11/2022 (12:53)
Il surplus disponibile per le esportazioni dal Golfo degli Stati Uniti preme sui prezzi di importazione sui mercati asiatici, in vista dell’atteso annuncio di un importante produttore taiwanese sulle sue nuove offerte di dicembre. L’attività di destoccaggio di fine anno del PVC statunitense è evidente da metà ottobre in tutti i settori, anche se sembra essersi intensificata di recente.

I prezzi in India, Cina e Sudest asiatico sono già ai livelli più bassi da circa due anni e mezzo e i player del mercato non si aspettano alcuna tregua dalla pressione ribassista sui mercati del PVC prima della fine dell’anno. I dati del Price Wizard di ChemOrbis mostrano che gli indici del PVC per tutte e tre le regioni sono ai minimi da giugno 2020.


Offerte su base FAS Houston di novembre in diminuzione

Nella scorsa settimana, i trader hanno dichiarato che un importante produttore statunitense, che ha costantemente ridotto le sue offerte su base FAS per tre mesi, ha diminuito i suoi prezzi di esportazione per novembre a circa $650/ton, rispetto ai $700-750/ton del mese precedente. Ma nell’ultima settimana altri due produttori statunitensi hanno diminuito le loro offerte fino a 600-610/ton FAS Houston.

“Il motivo delle offerte attorno a $700/ton per l’India non è difficile da capire. Quando abbiamo esportazioni dal Golfo degli Stati Uniti a prezzi su base FAS così bassi, non dovremmo essere sorpresi di vedere livelli di importazione altrettanto bassi. Inoltre, è probabile che presto vedremo un maggior numero di origini statunitensi fare scalo nelle destinazioni cinesi e del Sudest asiatico”, ha dichiarato un funzionario indiano di un’importante società di trading statunitense.

Offerte statunitensi in Cina in forte calo

Per quanto riguarda il mercato cinese, le offerte di origini statunitensi sono calate bruscamente, con una trattativa riportata a $650/ton per un carico di origine statunitense, $110/ton in meno rispetto ai minimi riportati nella settimana precedente di $760-780/ton CIF. Una trattativa simile era stata riportata anche nella settimana precedente, ma non era stata confermata.

Secondo i trader, alcuni produttori statunitensi potrebbero trovarsi di fronte a un eccesso di offerta in prossimità della fine dell’anno. “C’è una grande pressione per ridurre le scorte in vista della fine dell’anno e da qui il forte calo dei prezzi FAS. Ci aspettiamo che i prezzi scendano ancora”, ha affermato un trader.

Offerte in India ancora in calo

In India, il range complessivo per il PVC K67 di importazione è stato valutato $30-50/ton in meno rispetto a due settimane fa, a $700-780/ton CIF per la settimana in corso, con i minimi ancora sotto pressione dalle offerte statunitensi. I trader hanno confermato offerte di origine statunitense fino a $700/ton.

Nella settimana precedente è stata chiusa una trattativa ai minimi per una spedizione di un’origine statunitense a $750/ton CIF India. È stata poi riportata un’altra trattativa allo stesso livello per un carico di origine statunitense nella settimana in corso. Le offerte statunitensi, tuttavia, sono scese di altri $50/ton rispetto alla settimana precedente.

Secondo i trader, è improbabile che il mercato accetti offerte superiori agli $800/ton. “La maggior parte dei buyer sul mercato indiano sta cercando spedizioni a $700-720/ton. Nella situazione attuale, non vediamo offerte più alte prendere piede”, ha affermato un trader indiano. “Un’offerta indonesiana a $780/ton CIF per il K57 indica offerte ancora più basse per materiale con valore K più elevato”, ha aggiunto.

Livelli su base CIF SEA potrebbero diminuire sotto i $700

Nell’ultima settimana, il range complessivo del PVC K67 di importazione è stato riportato in calo di $10/ton rispetto alla scorsa settimana, a $690-760/ton CIF, cash.

“Non abbiamo ricevuto nessuna offerta di PVC questa settimana, ma si parla di prezzi di mercato fino a $670-690/ton CIF Vietnam per gli USA, il Giappone e l’Indonesia. Ma, nonostante il calo dei prezzi, nessuno vuole comprare,” ha affermato un trader. Secondo i trader, non è da escludere che i prezzi di importazione nel Sudest Asiatico scendano sotto i $700/ton CIF, visti gli attuali livelli su base FAS Houston.

”Nessuna sorpresa”: la major taiwanese potrebbe ridurre le offerte

Mentre i prezzi statunitensi continuano a premere sui livelli delle importazioni, i trader regionali si aspettano che un importante produttore taiwanese estenda la sua serie di tagli mensili ai prezzi per l’ottavo mese quando comunicherà le sue offerte di dicembre ai mercati asiatici.

“Francamente, non vogliamo prevedere quali potrebbero essere le offerte per ora. Ma se consideriamo il modo aggressivo in cui i buyer stanno proponendo le controfferte e il modo in cui le offerte statunitensi stanno scendendo, dovremmo vedere i livelli di riferimento scendere di almeno $100/ton. Infatti, gli agenti della major taiwanese starebbero cercando di ottenere una riduzione di oltre $100/ton,” ha affermato un trader. Il produttore taiwanese dovrebbe annunciare le offerte di dicembre la prossima settimana.

PVC – Import – China – India
Prova Gratuita
Login