Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Mercalo locale PVC Turchia in calo del 7% ad aprile

di Merve Madakbaşı - mmadakbasi@chemorbis.com
  • 16/04/2020 (18:37)
Il mercato del PVC nazionalizzato ha mantenuto un trend ribassista perché le rapide diminuzioni nel mercato dell’import e la domanda colpita negativamente dal virus hanno esercitato pressione sui distributori. I prezzi hanno iniziato a diminuire a fine marzo dopo che il collasso dei prezzi del petrolio ha pesato sull’offerta del PVC in pronta consegna.

Il trend ribassista nel mercato locale ha acquisito forza questa settimana. I rivenditori sono stati obbligati ad applicare notevoli cali ulteriori rispetto a inizio aprile. “I venditori volevano aumentare le vendite, fortemente colpite dalla pandemia di COVID-19 in Turchia durante le ultime settimane”, hanno rimarcato i player.

“Pensiamo di fermare le nostre fabbriche a fine aprile. Dobbiamo recuperare degli ordini arretrati dai nostri clienti locali ed esteri e ottimizzare la produzione in linea con i possibili coprifuoco messi in atto in Turchia”, ha affermato un trasformatore di PVC.


PVC K67 in calo di i$60/ton sulla settimana

Questa settimana, il range del k67 è diminuito di $60/ton a $1000-1040/ton ex-warehouse Turchia, IVA inclusa. Il calo complessivo nel mercato del k67 ha raggiunto circa il 7% o $80/ton dall’inizio del mese, secondo i dati del Product Snapshot di ChemOrbis.

*Clicca il tasto destro per visualizzare l’immagine a schermo intero in un’altra scheda.


Tuttavia, il mercato locale di k67, in gran parte formato dal materiale europeo esente da dazio, ha un premio di oltre $130/ton rispetto al mercato dell’import rispetto ai $100/ton di fine marzo, secondo quanto mostrato dalla media settimanale dei dati di ChemOrbis.



I player di PVC si aspettano un ulteriore taglio ai prezzi anche se l’offerta dall’Europa non è ampia per i lockdown in corso nella regione. Questo perché il mercato dell’import non dà segnali di ripresa per il breve termine, considerando i mercati deboli di PVC a livello globale.

Il business di prodotti finiti non promettente in Turchia, la prolungata assenza dei buyer indiani di PVC e i mercati del petrolio volatili potrebbero continuare a ostacolare l’outlook nei prossimi giorni.

Prova Gratuita
Login