Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Mercati PE Africa: rimarranno deboli in settembre?

  • 25/08/2017 (10:40)
I mercati PE dell’Africa e dell’Egitto stanno terminando il mese di agosto con una tendenza al ribasso con le attività in ulteriore rallentamento perché in alcune parti della regione la prossima settimana ci saranno le festività di Eid. Condizioni di economia debole, problemi di liquidità e valute locali instabili hanno tenuto la domanda bassa da parte dei trasformatori e hanno obbligato i venditori a ridurre i loro prezzi iniziali di PE di importazione nel corso del mese.

Le attese preliminari per il periodo post festività suggeriscono un trend di stabilità con possibili ulteriori cali nella regione. “I fornitori di PE hanno concesso degli sconti in agosto per migliorare le lo vendite insoddisfacenti. I buyer si aspettano che lo stesso trend rimanga in atto anche per il prossimo mese,” hanno commentato gli operatori.

Comunque, se i fornitori extra regionali consentiranno un altro mese di prezzi da stabili a leggero calo in Africa è tutto da vedere, secondo altri. Alla luce degli aumenti globali dei prezzi del PE e dell’etilene i produttori sarebbero giustificati nel cercare aumenti, sostengono, senza prendere in considerazione i fattori regionali. Potrebbero infatti spostare le loro allocazioni ad altre regioni dove potrebbero ottenere margini migliori.

In Egitto, secondo un trasformatore di film, problemi di cash flow stanno ostacolando tutte le attività e l’offerta rimane ampia. Un trader lo ha pure confermato dicendo, “I trasformatori sono per lo più inattivi e citano la debolezza dei loro mercati di prodotti finiti e liquidità problematica. Dopo gli sconti da parte dei fornitori del Medio Oriente non sono probabili altri cambiamenti nei prezzi del PE nel breve termine visto che le festività già incombono.”

Un trader sudafricano ha lamentato che il cambio volatile è stato un ostacolo per le importazioni nella regione mentre i livelli delle scorte hanno pesato sui venditori. “La regione è rimasta indifferente alla tendenza rialzista dei mercati del PE asiatici,” ha rimarcato.

In Algeria, dopo le negoziazioni, i buyer di PE hanno ottenuto sconti da $20/ton a $60/ton dai loro fornitori di PE di importazione. “Le condizioni critiche dell’economia hanno indotto i trasformatori a non comprare grossi quantitativi nelle settimane recenti,” ha fatto notare un operatore.

I buyer nigeriani hanno ottenuto sconti per PE di importazione da un produttore saudita principale che ha concesso fino a $20-40/ton di sconto rispetto ai livelli di inizio agosto. “La fluttuazione del cambio continua ad ostacolare le vendite nel mercato delle importazioni visto che il mercato locale rappresenta un’alternativa più competitiva a causa del deprezzamento del naira rispetto al dollaro americano,” ha detto un operatore.
Prova Gratuita