Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Mercati PP, PE Africa orientale in salita a luglio, trattative ancora scarse

di Başak Ceylan - bceylan@chemorbis.com
  • 14/07/2020 (11:06)
In Kenya, paese di riferimento per i mercati dell’Africa orientale, i player hanno visto le offerte di PP e PE di luglio dai fornitori del Medio Oriente aumentare dai livelli di giugno. Tuttavia, non ci sono ancora trattative confermate al momento della stesura, il che suggerisce che i nuovi livelli siano troppo alti per poter essere attuati.

Giugno chiude con offerte stabili o in rialzo per PP, PE

I mercati kenyoti hanno seguito un trend stabile o in rialzo a giugno e le attività sono state ampiamente ridotte a causa dei ridotti tassi di utilizzo e delle limitazioni ai movimenti. Anche se la graduale riapertura delle economie a livello globale ha rafforzato le speranze di un miglioramento della domanda a giugno, i danni causati dal virus hanno continuato a influire sul sentimento.

Offerte di luglio in rialzo, in linea con trend globale

In linea con il trend rialzista globale, le offerte di luglio sono emerse con forti aumenti nell’ultimo mese in Kenya. Le offerte da diversi produttori sauditi indicano aumenti di $60-70/ton per HDPE film, $90-110/ton per LDPE film e $70-90/ton per LLDPE C4 film rispetto alle offerte di giugno. Le offerte di PP omo rafia e iniezione hanno visto aumenti simili sul mese, crescendo di circa $60-70/ton.

Queste variazioni hanno portato gli ultimi livelli a $880-900/ton per HDPE film, $950-990/ton per LDPE film, $850-890/ton per LLDPE C4 film, e a $920-950/ton per PPH rafia e iniez., tutti su base CIF Kenya, 90 gg.



Player trovano offerte iniziali troppo alte

La maggior parte dei player ha riportato di aver trovato l’entità degli aumenti irragionevole, indicando la mancanza di trattative chiuse. Tuttavia, i venditori sembrano disposti a discutere dei prezzi, indicando che potrebbero esserci degli sconti. “Sarà difficile che passino aumenti maggiori di $40-50/ton sulle trattative”, ha commentato un trader.

Trend simile nel resto del continente

Gli ultimi aumenti e le reazioni dei player sono stati simili in altre parti del continente. In Africa occidentale, i player nigeriani hanno chiesto sconti sulle trattative perché le offerte iniziali di luglio dai fornitori locali e di importazione hanno visto aumenti notevoli. In Algeria e Marocco, due dei paesi di riferimento dell’Africa occidentale, i buyer sperano che le offerte siano rinegoziate più tardi nel mese.

Kenya adotta approccio cauto verso la riapertura

La resistenza che prevale tra i player è dovuta ampiamente agli effetti di lunga durata del COVID-19 sia sulla domanda che sulle operazioni. Il Kenya continua a combattere la pandemia poiché i casi continuano ad aumentare in modo costante ogni giorno. Anche se la fine del divieto di spostamento da e verso Nairobi, Mombasa e Mandera è cessato il 7 luglio, il coprifuoco dal tramonto all’alba è stato esteso per altri trenta giorni.
Prova Gratuita
Login