Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Mercati PP, PE Europa ignorano trend globale per 2° mese consecutivo, favorendo l’export

di Esra Ersöz - eersoz@chemorbis.com
  • 28/09/2020 (12:25)
I mercati europei di PP e PE si stanno preparando a un trend da stabile a in calo per il secondo mese consecutivo a causa delle attese di calo per i prossimi contratti dei monomeri. Questa situazione continua a sfidare il trend rialzista degli altri maggiori mercati, portando a un ridotto numero di importazioni nella regione e facendo crescere l’export dall’Europa.

Europa indifferente alle limitazioni dell’offerta per la domanda bassa

L’offerta corta nei mercati del PE ha avuto un effetto più visibile rispetto ai mercati del PP nel far aumentare i prezzi a livello globale. L’assenza degli USA dopo gli uragani, in particolare, ha causato diffuse preoccupazioni sull’offerta in Asia e Medio Oriente durante settembre. Tuttavia, questo ha avuto un impatto minore sui mercati locali di PE in Europa, anche se gli USA sono un importante fornitore di HDPE e LLDPE per questa regione.

La domanda debole ha intaccato il sentimento nei mercati di PP e PE in Europa finora, assieme alla pressione dalle materie prime. Questo perché i prezzi locali europei non sono riusciti a seguire i mercati globali, nonostante l’import ridotto nella regione.

Europa non riflette aumenti globali, netback deboli

Restando indietro rispetto al trend globale, l’Europa non sta più offrendo netback favorevoli ai fornitori globali. Nel caso dell’LDPE, il mercato locale in Europa ha già perso il suo premio sul resto delle regioni.

Secondo alcuni player, Le import ridotte e i netback inferiori hanno aiutato a evitare delle perdite sui prezzi locali, piuttosto che spingere i prezzi in rialzo, vista la domanda debole. Inoltre, questa situazione potrebbe verificarsi anche il mese prossimo, viste le attese di un risultato da stabile in calo dei prossimi contratti dei monomeri.

Di seguito troviamo il confronto delle variazioni complessive dei prezzi di PE sulla base del Price Index di ChemOrbis tra l’inizio di agosto e la fine di settembre. Il confronto mostra in modo chiaro la pressione ribassista sull’Europa da parte del contratto dell’etilene e come il mercato europeo del PE abbia sfidato il trend rialzista degli altri paesi.



Uno scenario simile è visibile sul PP, anche se la pressione qui non è stata tanto forte come sul PE. Alcuni fermi impianto e la domanda vivace per alcune applicazioni dovrebbero supportare il mercato del PP il mese prossimo.



Cresce l’opportunità di esportare per fornitori europei

Questa situazione ha creato delle opportunità di arbitraggio per i fornitori europei. In particolare, beneficiando dell’assenza degli USA, hanno spostato la loro attenzione versi i mercati dell’export nella vicina Turchia e la Cina, oltre che verso altri paesi.

I player in Turchia hanno confermato di aver ricevuto più offerte di PP e PE dall’Europa rispetto al solito e di averle trovate piuttosto competitive.

I trader in Europa hanno confermato di aver esportato LDPE in Cina, dove i prezzi sono aumentati notevolmente.
Prova Gratuita
Login