Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Mercati PP e PE Turchia in rialzo ma resta l’incertezza

di Merve Madakbaşı - mmadakbasi@chemorbis.com
  • 09/10/2020 (11:16)
I prezzi delle poliolefine in Turchia hanno seguito un trend rialzista a causa dell’offerta limitata dai produttori del Medio Oriente. Tuttavia, la Golden Week in Cina e la svalutazione della lira turca contro le altre valute hanno fatto mantenere una certa cautela.

Offerta limitata da Medio Oriente, USA, supporta venditori

I produttori di PP e PE del Medio Oriente hanno cercato degli aumenti mensili, dando la colpa alle allocazioni limitate e alla necessità di migliorare i margini. “La maggior parte di loro non ha pressione dalle scorte a causa delle vendite massicce fatte in precedenza alla Cina”, ha osservato un player.

Intanto, i player cinesi sono rimasti fuori dal mercato per celebrare la Golden Week. Questo ha portato un maggiore numero di offerte verso la Turchia questa settimana, anche se non per grosse quantità.

Anche le nuove spedizioni dagli USA sono rimaste piuttosto scarse, in linea con i problemi di produzione nella Costa del Golfo. La regione si prepara all’arrivo dell’uragano Delta alla fine della settimana che dovrebbe continuare a limitare l’offerta di PE dagli USA.



USD in crescita frena le attività

La settimana di festività in Cina e la svalutazione della lira turca ha limitato l’attività di acquisto allo stretto necessario. Il tasso di cambio record tra dollaro USA e lira Turchia si è aggiunto all’atteggiamento di attesa da parte dei buyer, per un’altra settimana.

“I clienti sono più interessati al materiale locale o regionale. I buyer considerano rischiosi i carichi di lunga distanza per la mancanza di chiarezza dalla Cina e per la situazione in Europa, dove l’aumento dei contagi influisce sull’outlook. Resta da vedere se la Cina potrà gestire la crescita delle scorte domestiche dopo le festività”, hanno commentato i player.

PP

Buyer PP accettano aumenti modesti

I mercati di importazione sono aumentati di $38/ton per il PP rafia (3.8%) e di $20/ton (meno del 2%) per la fibra da fine settembre, secondo i dati medi settimanali di ChemOrbis. Su base settimanale, i range del Medio Oriente sono aumentati di $10/ton per l’atteggiamento rialzista dei venditori e la domanda tiepida.

Le fonti del Medio Oriente sono rimaste ferme sui loro prezzi elevati mentre i fornitori russi hanno seguito il trend, avendo già fatto sold out per ottobre. Poco prima dell’inizio delle festività in Cina, la Turchia ha recuperato il premio sul maggiore mercato, cedendo alla pressione rialzista e all’attività di ristoccaggio.

Tuttavia, le fonti concordano sul fatto che la domanda di tessuto non tessuto e di BOPP è diminuita rispetto al picco visto durante il momento peggiore della pandemia, nel secondo trimestre.

PE

HDPE venduto meglio rispetto ad altri gradi di PE

I fornitori regolari del Medio Oriente hanno annunciato aumenti mensili di circa $20-50/ton in Turchia. I venditori hanno ammesso, “LDPE e LLDPE C4 film possono assorbire aumenti minori perché il materiale locale è favorito rispetto all’import in questo momento. Tuttavia, l’offerta relativamente limitata e il migliore interesse all’acquisto hanno dato ulteriore supporto all’HDPE film”.

“Le nostre negoziazioni con un produttore saudita devono ancora iniziare. Potrebbe esserci spazio per leggeri sconti dagli annunci iniziali, soprattutto per l’LLDPE C4 film”, ha riferito un trasformatore di packaging a ChemOrbis. I fondamentali di domanda e offerta potrebbero portare a trend diversi per ogni grado di polietilene nelle prossime settimane.

Occhi su scenario post-festivo in Cina

Finora, l’offerta modesta delle importazioni per alcune origini in particolare ha in parte allontanato i timori per la domanda in Turchia. Guardando avanti, lo scenario post-festivo in Cina sarà monitorato da vicino poiché avrà un ruolo fondamentale nel definire il tono del mercato.

I player sostengono che il fatto che Turchia e Cina siano tornate a bilanciarsi possa ostacolare ulteriori aumenti in Turchia, nel caso di un ritorno debole della Cina. “Non sembrano possibili grandi cambiamenti per il resto di ottobre, ora che la Turchia ha recuperato il premio sulla Cina. I prezzi potrebbero anche stabilizzarsi durante il mese, se l’attività di trading resterà al minimo indispensabile”, ha affermato un player.
Prova Gratuita
Login