Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Mercati asiatici del PET in un limbo tra costi elevati e domanda tiepida

di Merve Madakbaşı - mmadakbasi@chemorbis.com
  • 16/07/2021 (10:26)
I prezzi del PET in Cina e nel Sudest Asiatico hanno seguito una tendenza per lo più stabile questa settimana dopo aver registrato alcuni aumenti nella prima metà di luglio. La tendenza al rialzo ha recentemente vacillato poiché la domanda è stata smorzata dalla recrudescenza della pandemia di Covid nella regione.

Questo, insieme alla volatilità dei mercati energetici, ha mitigato il supporto dei futures sul petrolio ancora elevati e delle tariffe di trasporto inflazionate.

PET Bottle Prices – CIF SEA – FOB China

Mercati hanno interrotto trend rialzista di due settimane

I prezzi in generale sono stati spinti al rialzo dagli aumenti dei costi spot MEG e PX nelle due settimane precedenti. Le offerte di PET grado bottiglia hanno raggiunto il massimo di 2 mesi all’inizio di luglio sulla scia dell’aumento delle materie prime tra rialzi graduali nei mercati energetici.

Tuttavia, la tendenza al rialzo ha recentemente vacillato poiché i problemi della domanda sono emersi in primo piano, in particolare nel Sudest Asiatico. I player hanno affermato: "Sebbene la domanda sia migliorata in Cina, il lento commercio nel Sudest Asiatico ha limitato le intenzioni di aumento dei venditori".

Mercati lenti in SEA oscurano miglioramento domanda in Cina

I crescenti casi di Covid hanno rafforzato la presa sui mercati del Sudest Asiatico poiché paesi tra cui Malesia, Thailandia, Vietnam, Indonesia e Cambogia hanno recentemente affrontato conteggi giornalieri record di infezioni.

Una fonte di un importante produttore sudcoreano ha affermato che i prezzi erano stati sostenuti in precedenza dai prezzi delle materie prime guidati dal petrolio in rialzo. “Tuttavia, la domanda regionale è stata ostacolata dai lockdown. Quindi, siamo concentrati sui mercati di esportazione di Africa, Medio Oriente, Europa e America, dove le economie si stanno riprendendo bene", ha osservato.

Nel frattempo, alcuni produttori locali di PET in tutta la regione, tra cui Tailandia e Vietnam, hanno tentato di cercare prezzi più alti, giustificando la loro politica con l’aumento del dollaro americano rispetto alla valuta locale o i costi di spedizione in rialzo.

Tuttavia, hanno ammesso, "La domanda dei prodotti finiti è stata scoraggiante, il che ha portato alcuni trasformatori a interrompere o ridurre la produzione. Alcuni potrebbero tornare sul mercato solo per mantenere in funzione le fabbriche, ma questo non è un segno che la domanda sia tornata".

Future petrolio in rialzo danno ancora supporto ai mercati

Nel breve termine, la domanda finale potrebbe svolgere un ruolo chiave nel determinare il trend del mercato. I player ritengono che i buyer regionali possano continuare a fare controfferte in ribasso a meno che l’attività non si riprenda. I prezzi del PET potrebbero rimanere stabili, mentre un rialzo è probabile solo nel caso di un trend rialzista continuo nei prezzi del petrolio.

Nei mercati delle materie prime, i future del petrolio WTI (NYMEX) si sono avvicinati ai massimi di 3 anni nonostante le recenti oscillazioni, hanno mostrato i dati di ChemOrbis. Nel frattempo, i prezzi spot di MEG e PTA su base CFR Cina sono diminuiti di $20/ton settimana su settimana dopo i rialzi di luglio.
Prova Gratuita
Login