Skip to content

Opzioni Filtro
Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
 

Mercati globali poliolefine: aspettative differenti per gennaio

  • 04/01/2016 (10:05)
I mercati globali delle poliolefine hanno chiuso il 2015 con costi del petrolio instabili e con un’attività ridotta a causa delle chiusure dei bilanci per la fine anno, delle festività e del rallentamento della crescita delle economie mondiali. I mercati del PP e del PE, inclusi Turchia, Medio Oriente e Africa, hanno chiuso l’anno in calo, con le nuove offerte per gennaio che sono emerse con delle riduzioni. I prezzi in Cina hanno mostrato una leggera ripresa nell’ultima settimana dell’anno, supportati dai costi in rialzo dei monomeri e dall’aumento dei mercato dei future, rispetto ai prezzi nei mercati del Sudest Asiatico che hanno continuato a diminuire per l’offerta sufficiente. Intanto, in Europa si sta aspettando che i player tornino sul mercato dopo le festività natalizie, in una situazione in cui la disponibilità di poliolefine è limitata e i contratti dei monomeri per gennaio sono stati chiusi in calo.

In Cina, i prezzi del PP e del PE sono incrementati nell’ultima settimana del 2015, principalmente a causa del rialzo dei costi spot dell’etilene e del propilene in Asia per le oscillazioni dei prezzi del petrolio. Un altro fattore che è stato citato per gli aumenti, soprattutto da parte dei venditori, è stato l’incremento dei mercato dei future per entrambi i prodotti. Secondo i player, l’attività potrebbe riprendersi leggermente con l’inizio del 2016, ma ci si aspetta che la domanda non cresca fino alla fine delle festività per il Capodanno cinese a febbraio. Intanto, i prezzi nel Sudest Asiatico sono diminuiti durante la scorsa settimana, e i player si aspettano nuove riduzioni, citando l’offerta sufficiente di PP e di PE grazie alle nuove capacità a base carbone in Cina.


In Turchia, i prezzi delle poliolefine sono diminuiti ulteriormente, in quanto l’attività di trading è rimasta debole in vista degli annunci di prezzo per gennaio. Il PP e il PE dovrebbero continuare a diminuire con l’inizio del nuovo anno, e ci si chiede per quanto tempo durerà ancora questo trend ribassista. L’offerta corta di PE in Europa potrebbe aiutare i fornitori del Medio Oriente e dell’Iran a dirigere le allocazioni verso questa regione piuttosto che abbassare ulteriormente le loro offerte in Turchia, specialmente se la domanda sarà buona quando i player europei torneranno sul mercato. Nel breve termine, tutti i player terranno sotto stretto controllo i mercati delle materie prime, con un’attenzione particolare ai prezzi del petrolio.

In Egitto, sono emersi prezzi in calo dal Medio Oriente per gennaio. Un produttore dell’Arabia Saudita ha ridotto i prezzi del PP omo di $80/ton rispetto ai livelli di fine dicembre, mentre le sue nuove offerte per il PE indicano diminuzioni di $50-100/ton dall’inizio di dicembre. In Kenya, i prezzi per il PP e il PE del fornitore per gennaio sono emersi da rollover a in calo di $30/ton.

In Europa, i venditori di PP e PE hanno chiuso le vendite di dicembre prima delle festività natalizie. Il principale fattore che ha portato ad un rialzo dei livelli del mercato nella regione è stato l’offerta corta. Sebbene il contratto del propilene di gennaio sia stato chiuso con una diminuzione di €50/ton e quello dell’etilene con un calo di €27.50/ton, i venditori sostengono che la disponibilità potrebbe non crescere nemmeno questo mese, supportando così possibili prezzi a rollover o addirittura piccole richieste di aumento.
Prova Gratuita