Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Mercato PET europeo si prepara ad aumenti per il terzo mese consecutivo

  • 23/01/2018 (12:19)
Secondo il Price Wizard di ChemOrbis, il trend ribassista ha interessato i mercati europei di PET per circa tre mesi ed è terminato a fine novembre. Da allora i prezzi di PET hanno seguito un trend in rialzo. Gli aumenti costanti nel mercato asiatico del PET hanno supportato gli aumenti in Europa negli ultimi due mesi, mentre i costi in rialzo di petrolio e materie prime e l’offerta limitata hanno contribuito al trend rialzista.

Ora i prezzi di PET dovrebbero vedere il terzo mese di aumenti, vista la persistenza dei fattori rialzisti. Alcuni player ritengono inoltre che il trend possa acquisire maggiore forza a febbraio.



I dati dei prezzi medi settimanali del Price Wizard di ChemOrbis mostrano che i prezzi di PET hanno seguito uno schema simile lo scorso anno, poiché i prezzi hanno iniziato a crescere a metà novembre 2016 fino a inizio marzo 2017.

Un distributore in Italia ha riportato "Ci aspettiamo aumenti più forti a febbraio, considerando il trend rialzista dei mercati asiatici del PET e i future del petrolio in aumento". I prezzi di PET in Asia hanno toccato i massimi degli ultimi due anni, secondo il Price Index di ChemOrbis.

Oltre al trend rialzista del mercato dell’import e ai costi delle materie prime, anche l’offerta è limitata sia nel mercato locale che dell’import. Un buyer in Germania ha riportato di aver chiuso le trattative di gennaio nel mercato a contratto con aumenti di €20/ton. Ha poi aggiunto "Non siamo riusciti a ricevere offerte di importazione perché la disponibilità è scarsa. Siamo preoccupati per febbraio, considerando l’offerta limitata, i future in rialzo del petrolio e i costi delle materie prime. Non vediamo segnali per un allentamento dei prezzi al momento".

Il flusso limitato delle importazioni ha fatto sì che le offerte di importazione perdessero competitività, poiché le offerte locali e di importazione di recente sono state commercializzate per lo più sugli stessi livelli. Molte fonti nella regione hanno confermato che non c’è disponibilità di PET dalla Corea del Sud al momento.

Un buyer in Italia ha acquistato dal mercato dell’import nonostante i forti aumenti, perché l’offerta dai produttori europei è piuttosto limitata. Ha poi affermato "Non siamo riusciti ad acquistare da Turchia e Corea del Sud a causa della mancanza di disponibilità".

Un trasformatore in Belgio ha riportato di aver saltato gli acquisti a gennaio a causa delle offerte di importazione non competitive. Inoltre ha riportato aver trovato i prezzi di R-PET più competitivi del vergine, nonostante i forti aumenti riportati nel mercato delle scaglie.

Prova Gratuita