Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Mercato europeo PET in rialzo nonostante feedstock in calo

  • 11/07/2017 (11:28)
In Europa i venditori di PET stanno concludendo le trattative di luglio con aumenti rispetto a giugno, a causa dei livelli di offerta in calo e della buona domanda, nonostante le chiusure in calo dei contratti mensili di PX e MEG rispetto a giugno.

Il contratto del PX di luglio è stato siglato in calo di €40-50/ton ($46-57/ton) dalla doppia chiusura di giugno, mentre il contratto del MEG di luglio è stato siglato in calo di €6/ton rispetto alla chiusura del mese precedente.

Un produttore in Italia ha affermato di aver esaurito le allocazioni di luglio con aumenti di €10-20/ton su giugno. Una fonte del produttore ha aggiunto "Stiamo dando offerte per le quote di agosto con ulteriori aumenti di €20/ton perché la domanda è di supporto, grazie alla stagionalità e ai livelli attuali del mercato dell’import, non competitivi".

Alcuni produttori di PET bottiglia hanno confermato di aver accettato aumenti di €10-20/ton su giugno, indicando l’offerta limitata e la domanda stagionale buona come principale motivo dietro gli aumenti di prezzo.

Tuttavia ci sono alcuni player che hanno espresso scetticismo per i tentativi di aumento dei venditori, indicando i mercati deboli delle materie prime e un rallentamento dell’attività di acquisto atteso per l’inizio delle ferie estive. Secondo questi player, un numero crescente di offerte di importazione potrebbe spingere i venditori a rivedere i prezzi verso la fine del mese.

Un trasformatore di bottiglie in PET del Belgio ha affermato di aver ricevuto le offerte di luglio con aumenti di €10-20/ton su giugno, tuttavia ha preferito assicurarsi del materiale dal mercato dell’import, trovando le offerte più competitive. Un trasformatore in Italia ha aggiunto "La domanda è buona grazie al clima favorevole, mentre l’offerta è bilanciata con l’attività di acquisto a causa dei carichi di importazione. Crediamo che alcuni venditori non riusciranno a ottenere gli aumenti durante il mese perché petrolio, PX e MEG sono in calo. L’outlook resterà debole anche ad agosto, quando i buyer abbasseranno le scorte in vista delle ferie".
Prova Gratuita