Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Mercato europeo del PS verso un trend ribassista?

di Manolya Tufan - mtufan@chemorbis.com
  • 30/09/2019 (11:17)
Avvicinandosi all’inizio di ottobre, i player hanno riportato che il trend rialzista nei mercati europei del PS potrebbe perdere slancio dopo due mesi di aumenti. Secondo alcuni, potrebbero seguire dei rollover o leggere diminuzioni, considerando le condizioni di domanda e offerta.

Settembre segna il 2° mese consecutivo di aumenti

In Italia, i prezzi di PS sono rimbalzati dai minimi di oltre quattro anni a inizio agosto sulla scia degli aumenti dello stirene, mentre anche l’Europa ha seguito un trend rialzista negli ultimi due mesi.

Secondo il Price Index di ChemOrbis, la media settimanale dei prezzi spot di HIPS e GPPS è aumentata di €70-75/ton e €80-90/ton rispettivamente in Italia e Nord Europa da quando è iniziato il trend rialzista.

Attese di ottobre sono miste

I player sono intanto usciti dal mercato, in attesa del contratto dello stirene. Alcuni ritengono che il contratto dello stirene chiuderà in leggero rialzo e che il PS seguirà lo stesso trend, trovando supporto dalle intenzioni di recuperare i margini dei venditori andando verso la fine dell’anno.

Altri, tuttavia, si aspettano un rallentamento della domanda che potrebbe avere la meglio il mese prossimo nel definire il trend futuro del mercato del PS.

I prezzi di PS potrebbero restare stabili o registrare leggere diminuzioni a causa dello scarso trading e dell’offerta buona. Un distributore ha affermato “Potrebbe essere difficile raggiungere ulteriori aumenti a ottobre, considerando la debolezza della domanda. Inoltre, ci aspettiamo un rollover sul prossimo contratto del benzene”.

Intanto, il contratto del butadiene di ottobre è stato chiuso a rollover su settembre.

Prezzi spot stirene in calo nonostante fermi impianto

Le attese offrono punti di vista diversi a causa della volatilità dei prezzi spot dello stirene durante il mese. Alcuni player sperano di vedere un leggero aumento a causa degli aumenti dei prezzi spot dello stirene sulla scia degli attacchi in Arabia Saudita.

Tuttavia, i prezzi spot dello stirene sono attualmente al di sotto dei livelli di fine agosto perché i prezzi hanno perso gli aumenti guadagnati subito dopo gli attacchi.

Intanto, i fermi impianto dello stirene in Europa sono stati bilanciati dal consumo in calo, che si aggiunge alle attese di ribasso.

“Ci aspettiamo dei rollover o diminuzioni di €20-30/ton sul prossimo contratto del monomero”, ha commentato un player del mercato.
Una strada in salita: Divieto sul monouso, economia debole

La domanda di prodotti finiti è stata debole finora questo mese a causa dell’attività di pre-buying nei mesi precedenti. Diversi player concordano sul fatto che il divieto del monouso sia un fattore cruciale che pesa sulla domanda, mentre altri attribuiscono la debolezza della domanda alle incertezze dell’economia globale.

Le condizioni della domanda potrebbero non migliorare per l’incertezza legata alla guerra commerciale e alla Brexit, secondo diversi player.
Prova Gratuita
Login