Skip to content

Opzioni Filtro
Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
 

Nord Europa, sentimento cambia nel mercato del PVC

  • 25/08/2016 (11:51)
Nel nord Europa, diversi player sono ancora assenti dal mercato per la pausa estiva, e alcuni trasformatori hanno fermato la produzione per qualche settimana ad agosto. All’inizio del mese, quando i player avevano lasciato il mercato, il sentimento era ribassista dopo che il contratto dell’etilene era stato chiuso in calo per agosto ed erano consapevoli che la domanda sarebbe stata piuttosto debole per tutto il mese.

I player che sono tornati sul mercato questa settimana, tuttavia, hanno osservato un cambiamento, in quanto i mercati del petrolio sono aumentati durante la loro assenza, e i costi spot dell’etilene sono salita da inizio agosto.

Le trattative chiuse per il PVC questa settimana sono per lo più stabili sui livelli di inizio mese, in calo di circa €10/ton su luglio. I produttori che avevano inizialmente cercato piccoli aumenti hanno infine concesso sconto simili sui prezzi, in quanto la domanda è debole per la pausa estiva.

All’inizio di questa settimana, un produttore di pellicole per packaging in Germania ha osservato “Stiamo ancora negoziando con i nostri fornitori, ma ci aspettiamo di chiudere le trattative con sconti di €10/ton. La domanda è stata stabile questo mese. Fino a una settimana fa ci aspettavamo ulteriori diminuzioni a settembre, ma ora non siamo certi di questo, perché i costi in rialzo dei feedstock potrebbero influenzare il contratto dell’etilene per il prossimo mese. I prezzi del PVC potrebbero emergere a rollover”.

Una fonte di un produttore del nord Europa ha affermato “Abbiamo venduto la maggior parte del materiale con sconti di €10/ton su luglio. La domanda è stata in linea con le attese per il mese di agosto. All’inizio del mese avevamo parlato della possibilità di diminuzioni a settembre, ma ora che i prezzi del petrolio e della nafta sono saliti, ci aspettiamo di vedere rollover o aumenti il prossimo mese. La domanda dovrebbe migliorare a settembre”.

Un trader ha rilasciato un commento simile, aggiungendo “I buyer avranno bisogno di acquistare materiale a settembre, dopo la pausa estiva, per cui la domanda migliorerà e i produttori avranno meno scorte. Le offerte di importazione potrebbero essere limitate a causa dei fermi impianto. Ci aspettiamo un trend da stabile a in rialzo a settembre”.

La domanda dovrebbe migliorare il prossimo mese, ma anche l’offerta nella regione dovrebbe crescere. BorsodChem avrebbe dovuto riavviare l’impianto di PVC da 400,000 ton/anno in Ungheria a metà di questo mese. KemOne, che aveva fermato i siti di Fos e Lavera a causa degli incendi ha riavviato gli impianti.

Considerato l’atteso miglioramento della domanda e la crescita della disponibilità, i player terranno sotto stretto controllo i costi dei feedstock per avere segnali riguardanti la direzione del mercato.
Prova Gratuita