Skip to content

Opzioni Filtro
Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
 

Nuove capacità petrolchimiche in arrivo per il 2020 e oltre

  • 18/07/2017 (12:23)
Molti produttori petrolchimici in diversi paesi come Cina, India, Iran e USA si stanno preparando all’espansione delle loro capacità o all’imminente avvio di nuovi impianti tra il 2017 e il 2018, come in parte menzionato in dettaglio nella seguente Plastics News di ChemOrbis Nuove capacità di PP, PE a livello globale nel 2017 e 2018 .

Anche se le nuove capacità hanno già causato preoccupazioni per l’eccesso di offerta a livello globale , i nuovi progetti non sembrano dare segnali di rallentamento per il periodo compreso tra il 2020 e il 2025.

Prima di tutto, la società austriaca Borealis e la Abu Dhabi National Oil Company (ADNOC) stanno lavorando su un progetto di espansione su ampia scala negli Emirati Arabi Uniti, il Borouge 4, per aumentare la loro produzione petrolchimica a 11.4 milioni ton/anno rispetto agli attuali 4.5 milioni ton/anno fino al 2025. Le società aggiungeranno una nuova capacità di PP al complesso già esistente Borouge 3.

In Asia, il produttore indonesiano Chandra Asri ha assegnato un contratto per l’espansione del cracker a Cilegon e degli impianti di derivati tra il 2019 e il 2025. Inoltre la società filippina JG Summit Olefins Corp. (JGSOC), consociate della JG Summit Holding, sta pensando di espandere il cracker, che sarà operativo dal 2021.

Negli USA le società Borealis, Nova Chemical, Total Petrochemicals and Refining USA hanno firmato un accordo a marzo per la costruzione di un cracker su larga scala a Port Arthur, Texas, e l’impianto di PE da 625,000 ton/anno di a Bayport. Il cracker di etilene e l’impianto di PE dovrebbero essere inaugurati tra il 2020 e il 2021.

Oltre agli impianti già confermati, ci sono diversi altri progetti ancora in fase iniziale.

La società russa Nizhnekamskneftekhim ha in programma di costruire un complesso nella Repubblica del Tatarstan entro il 2022. Il cracker dovrebbe produrre materiali quali PE, PP e PS, oltre all’etilene.

Il Turchia il Wealth Fund ha annunciato che starebbe firmando un accordo per la costruzione di una struttura petrolchimica di nuova generazione assieme a uno dei maggiori fondi sovrani a livello globale. Anche se i dettagli dell’accordo, compresa la sede e il tipo di produzione dell’impianto devono ancora essere resi noti, la struttura potrebbe essere costruita in cooperazione con un gruppo di investimento di un partner di Singapore.

L’Egitto ha inoltre annunciato l’intenzione di costruire un nuovo complesso petrolchimico a Suez per un valore di oltre $4 miliardi, in collaborazione con il Ministero per lo sviluppo del settore pubblico e la Egyptian Petrochemicals Holding Company (ECHEM), oltre che con le raffinerie legate al settore petrolchimico.

Segui gli ultimi aggiornamenti sui nuovi impianti e sulle nuove capacità di polimeri e monomeri a livello globale visitando la pagina Production News di ChemOrbis (Riservato agli abbonati) .
Prova Gratuita