Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

OIL: COVID-19 potrebbe portare a quasi 25 milioni di perdite di posti di lavoro

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 19/03/2020 (16:59)
La diffusione della pandemia di COVID-19 ha creato una crisi economica e del lavoro che potrebbe aumentare la disoccupazione globale di quasi 25 milioni, ha affermato l’Organizzazione internazionale del lavoro (OIL) in una nota.

In confronto, la crisi finanziaria globale nel 2008-2009 ha aumentato la disoccupazione di 22 milioni.

"Questa non è più solo una crisi sanitaria globale, ma è anche una grave crisi economica e del mercato del lavoro che sta avendo un impatto enorme sulle persone", ha dichiarato Guy Ryder, direttore generale dell’OIL.

Per ridurre il pieno impatto di COVID-19, l’OIL ha richiesto "misure urgenti, su larga scala e coordinate su tre pilastri: proteggere i lavoratori sul posto di lavoro, stimolare l’economia e l’occupazione e sostenere posti di lavoro e reddito".

Tali misure comprendono l’estensione della protezione sociale e degli sgravi finanziari e fiscali nonché misure di politica fiscale e monetaria e il sostegno finanziario a specifici settori economici, ha aggiunto.

A livello globale, ci sono più di 214,000 casi di Covid-19 e almeno 8,700 morti. L’epicentro si è trasferito dalla Cina all’Europa, con l’Italia che sta affrontando la maggior parte dei casi e decessi al di fuori della Cina, e ha riportato altri 475 decessi mercoledì.

La maggior parte dei paesi ha implementato i blocchi per prevenire la diffusione e ha annunciato misure di stimolo fiscale per aiutare le loro economie, ma potrebbe essere necessario di più.

Mercoledì, l’indice Dow Jones negli USA è sceso del 6.3% a 19,898.92, superando la soglia dei 20,000, a causa dei persistenti timori di recessione.
Prova Gratuita
Login