Skip to content




Mercati

Asia Pacifico

  • Cina
  • SEA & India
  • (Indonesia, Vietnam, Malaysia, Singapore, Philippines, Thailand, India)
  • Europa

  • Italia
  • Nord Europa
  • (Austria, Belgio, France, Germania, Paesi Bassi, Svizzera)
  • Africa

  • Egitto
  • Africa
  • (Algeria, Tunisia, Libya, Marocco, Nigeria, Kenya, Tanzania, Sudafrica)

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Offerta USA, domanda debole manterranno PVC asiatico in ribasso a ottobre

di Shibu Itty Kuttickal - sikuttickal@chemorbis.com
  • 28/09/2023 (11:08)
L’offerta dagli Stati Uniti e la domanda regionale contenuta dovrebbero mantenere i mercati del PVC di importazione in Asia - che finora hanno visto una riduzione del 3-8% da metà agosto - su un trend ribassista a ottobre. Oltre ai prezzi statunitensi, anche il sentimento del mercato ha subito un duro colpo a causa della risposta poco brillante alle ultime offerte in Asia da parte di un importante produttore taiwanese anche dopo i tagli dei prezzi di $30-40/ton.

I prezzi del PVC K67 di importazione nell’ultima settimana sono stati riportati a $790-850/ton CIF India, $790-845/ton CFR Cina e $790-830/ton CIF Sudest Asiatico, cash. Anche i prezzi del PVC a base carburo ed etilene di esportazione hanno visto una riduzione del 4-5% dai livelli di metà agosto rispettivamente a $750-790/ton e $760-800/ton, FOB China, cash.

India_China_PVC_prices

Mercati non troppo entusiasti del taglio alle offerte di riferimento taiwanesi

La maggior parte dei player si aspettava che le offerte di ottobre da parte di un importante produttore taiwanese scendessero fino a $60/ton, ma i livelli di riferimento sono stati ridotti di soli $30/ton a $870/ton CIF India e di $40/ton a $845/ton CIF Cina e $800/ton FOB Taiwan. Non sono stati offerti sconti sui volumi dal produttore.

I buyer della regione non sono stati particolarmente soddisfatti dei prezzi taiwanesi di ottobre, con alcuni, in particolare in India, che si aspettavano un’ulteriore riduzione dei prezzi da parte del produttore per il mese.

Le allocazioni della società in India per ottobre sono state di circa 25.000 ton, circa il 70% delle quali non è stato sottoscritto finora, secondo gli ultimi rapporti. "L’assorbimento è stato troppo lento per il produttore. Ci aspettavamo che rivedesse i prezzi per le sue allocazioni di ottobre in ribasso di circa $40/ton questa settimana", ha riferito un trader con sede a Mumbai. Un trader con sede a Singapore ha dichiarato che è probabile che il produttore offra prima del solito per le spedizioni di novembre con riduzioni significative, piuttosto che rivedere in ribasso le offerte di ottobre.

Offerta USA peggiora "problema di abbondanza"

La maggior parte dei player asiatici ha riportato un’offerta adeguata mantenendo la domanda contenuta, soprattutto perché le spedizioni statunitensi hanno iniziato a farsi strada verso i mercati asiatici. Le ultime spedizioni statunitensi hanno significato ulteriori tagli dei prezzi sui minimi. "Stavamo già assistendo a una riduzione degli acquisti da parte dei trasformatori, poiché le loro vendite di prodotti finiti non sono state particolarmente buone prima della fine dell’anno", ha riferito un altro trader con sede a Mumbai. "La disponibilità ampia in tutta l’Asia ha esacerbato questo problema di abbondanza. Ciò significa che mentre le offerte sono diminuite, le controfferte sono scese ulteriormente", ha aggiunto.

In India, il più grande importatore mondiale di PVC, i volumi di importazione non sono diminuiti molto, mantenendo la disponibilità per i buyer. I volumi totali del PVC di importazione a giugno sono scesi sotto la soglia dei 200.000 ton per la prima volta quest’anno e le spedizioni di luglio dovrebbero rimanere intorno allo stesso livello. Ma la prima metà dell’anno ha visto un aumento di quasi l’80% del PVC di importazione in India e non molti buyer vedono un problema di disponibilità.

Ritardo nell’aumento previsto della domanda post-monsonica

Dopo un deficit di precipitazioni di circa il 10% rispetto alla media dei primi tre mesi dei monsoni a partire da giugno, il Dipartimento meteorologico indiano, l’ufficio meteorologico del Paese, prevede forti piogge a settembre. Ha anche suggerito che è improbabile che il monsone inizi a ritirarsi come dovrebbe a metà settembre. Ciò ha probabilmente significato un ulteriore ritardo nell’accumulo di scorte per la stagione post-monsonica, anche se un buon monsone dovrebbe in genere migliorare le colture rurali, nonché il potere d’acquisto e le prospettive di spesa, sostenendo l’outlook della domanda per il quarto trimestre.

Sebbene l’economia indiana stia guadagnando forza, guidata dai consumi privati domestici e dagli investimenti fissi con una forte spesa del settore pubblico, il previsto boom delle opere infrastrutturali che avrebbe rafforzato i mercati dei polimeri non è ancora decollato. I player di mercato puntano su un’impennata delle attività in vista delle elezioni parlamentari previste per marzo-aprile 2024.

Cina crolla per domanda debole, mentre offerte USA costringono fornitori SEA a ridurre prezzi

Mentre i prezzi del PVC in Cina sia per il materiale locale che di esportazione hanno visto una forte riduzione questa settimana, lo stesso trend ribassista ha pervaso anche i mercati del Sudest Asiatico, dove i prezzi di importazione sono scesi sotto la soglia degli $800/ton dopo le offerte statunitensi. La spedizione di un produttore del Sudest Asiatico è stata offerta a $810/ton CIF alla fine della scorsa settimana, ma la resistenza dei buyer lo ha costretto a ridurre il prezzo a $790/ton, livello al quale è stata riportata una trattativa. "I prezzi potrebbero continuare a scendere. La domanda è debole e pensiamo che i prezzi diminuiranno ulteriormente, quindi per ora non facciamo scorte", ha riferito un trasformatore vietnamita.

Un produttore regionale ha dichiarato di non star annunciando alcun prezzo di ottobre per ora. "Possiamo negoziare e offrire sconti extra. I nostri impianti funzionano al 70-75% della capacità. Infatti, la maggior parte dei produttori di PVC in Asia opera a tassi ridotti del 65-85%. Poiché i prezzi sono troppo bassi, è difficile produrre a pieno ritmo", ha aggiunto.
Prova Gratuita
Login