Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Offerta corta spinge mercato PVC del Vietnam ai massimi degli ultimi 9 anni

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 14/12/2020 (19:08)
L’offerta corta ha spinto i prezzi del PVC in Vietnam ai massimi degli ultimi nove anni nonostante la domanda sia debole.

La media settimanale dei prezzi di k67 domestico, IVA esclusa su base FD Vietnam, sono aumentati del 6% sulla settimana a $1246/ton mentre i prezzi di importazione sono aumentati del 2.5% a $1250/ton CIF SEA. Entrambi i prezzi sono ai massimi da metà 2011, secondo i dati del Price Index di ChemOrbis.

I player locali hanno indicato l’offerta corta a causa di un fermo impianto di un produttore regionale, aggiungendosi alle forze maggiori dei fornitori extraregionali. Il produttore regionale aveva dovuto chiudere una linea per 20 giorni per una manutenzione, da fine novembre, che dovrebbe essere riavviata la prossima settimana, secondo fonti di mercato.

Intanto, in Europa restano in atto alcune forze maggiori, comprese quelle di Inovyn, Kem One e Shin-Etsu.

Un fornitore regionale avrebbe aumentato i prezzi di importazione, che a loro volta hanno fatto crescere i prezzi domestici in Vietnam.

Offerte regionali in rialzo per gennaio da produttore di Taiwan

L’incremento dei prezzi regionali e locali ha seguito le offerte in aumento di gennaio per l’Asia annunciate dal produttore di Taiwan che di solito definisce il trend dei mercati.

Il produttore ha aumentato le offerte di gennaio di $70/ton per l’India, $60/ton per la Cina e di $50/ton per il resto della regione, marcando l’ottavo mese di aumenti. Il produttore di Taiwan aumenta le offerte mensili da giugno.

Oltre all’offerta corta in corso, i tassi di nolo in aumento hanno fatto salire i prezzi dell’import.

“C’è un problema con le spedizioni a causa della mancanza di navi e container. Con il forte calo delle esportazioni da UE, USA e altri paesi sviluppati, molte navi e container sono bloccati lì”, ha affermato un trasformatore del Vietnam.

Ha aggiunto che anche le esercitazioni navali cinesi nelle acque regionali hanno comportato ritardi di diversi ordini.

La domanda è debole

L’aumento dei prezzi arriva nonostante la domanda debole in Vietnam.

"Finora, la domanda non è stata così buona. Poiché i prezzi delle materie prime sono aumentati eccessivamente, i produttori di prodotti finiti non possono accettare ulteriori aumenti di prezzo. Abbiamo comprato abbastanza e non abbiamo intenzione di acquistare ulteriormente ", ha detto un produttore locale di prodotti finiti.

Ha aggiunto: "Se i nostri clienti non accettano ulteriori aumenti di prezzo ma i prezzi delle materie prime continuano a salire, venderemo materie prime invece di continuare a produrre prodotti finiti. Molti trasformatori potrebbero persino chiudere le loro fabbriche prima del solito per il Capodanno cinese a causa della domanda debole e dei prezzi elevati delle materie prime".

L’ offerta limitata potrebbe anche moderarsi poiché alcuni produttori nel Golfo degli Stati Uniti riavviano i loro impianti mentre la stagione degli uragani si abbassa. Secondo quanto riferito, Formosa ha in parte revocato la forza maggiore sull’offerta dal Golfo degli Stati Uniti.

Prova Gratuita
Login