Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Offerte PVC USA in aumento costante si scontrano con resistenza dei buyer in Egitto

di Başak Ceylan - bceylan@chemorbis.com
  • 23/06/2020 (11:11)
Le offerte del PVC di importazione hanno aperto giugno in rialzo in Egitto, rimbalzando rapidamente dai minimi di maggio. Mentre i fornitori sembrano essere intenzionati a tornare ai livelli pre-pandemia, le offerte si sono avvicinate alla soglia degli $800/ton CIF Egitto. Tuttavia, lo slancio sembra essere rallentato di recente perché alcuni venditori hanno riportato una forte resistenza da parte dei buyer.

Corsa degli aumenti rallenta per resistenza dei buyer

La corsa degli aumenti ha acquisito velocità nel mercato dell’import nella seconda settimana di giugno e le offerte inferiori ai $700/ton CIF sono diventate sempre più scarse. Secondo i player, questo è il risultato del calo della disponibilità di PVC negli USA più che un recupero della domanda e la crescente resistenza dei buyer.

Anche se gli aumenti sono stati estesi alla scorsa settimana, il ritmo degli aumenti sembra essere rallentato perché la resistenza dei buyer è diventata sempre più evidente nel mercato. Il range è aumentato a $730-760/ton contro le controfferte ben più basse dei buyer. I trader, tuttavia, non sono inclini a offrire sconti perché puntano a compensare le scarse vendite delle settimane precedenti.

Gap ampio tra idee di vendita e di acquisto

Le offerte di questa settimana sono rimaste nel range di $750-780/ton CIF Egitto, indicando un aumento di $20/ton sui livelli della scorsa settimana. Anche così, la settima settimana di aumenti ha spinto i prezzi di importazione in rialzo del 25% dal punto più basso toccato tra fine aprile e inizio maggio.



Un player che ha sottolineato il gap ampio tra idee di vendita e di acquisto ha affermato “Alcuni venditori hanno spinto per prezzi a $800/ton o superiori, ma la risposta dei buyer non è stata incoraggiante. Alcuni trader stanno offrendo materiale USA a $750/ton e le offerte inferiori non sono più disponibili”.

Segnali di un recupero della domanda in vista

Allo stesso tempo, un distributore ha commentato il graduale incremento della domanda, in linea con la notizia dell’ulteriore allentamento delle misure restrittive. Le restrizioni agli spostamenti e alle attività di business dovrebbero essere allentate verso fine mese, in linea con i piani per la ripartenza dell’economia del paese colpita dagli effetti del virus.

Un altro aumento di prezzi all’orizzonte?

Per quanto riguarda la possibilità che i prezzi aumentino ancora, la maggior parte dei player è incline a pensare a una stabilizzazione dei prezzi almeno fino a fine giugno. “I prezzi potrebbero oscillare all’interno dei range attuali, ma vediamo uno scarso potenziale di crescita”, ha affermato un player. “I fornitori USA dovrebbero mantenere le offerte stabili”, ha concordato un altro player, aggiungendo che questo potrebbe dare al mercato un po’ di tempo per assorbire gli aumenti recenti.

Prova Gratuita
Login