Skip to content




Mercati

Asia Pacifico

  • Cina
  • SEA & India
  • (Indonesia, Vietnam, Malaysia, Singapore, Philippines, Thailand, India)
  • Europa

  • Italia
  • Nord Europa
  • (Austria, Belgio, France, Germania, Paesi Bassi, Svizzera)
  • Africa

  • Egitto
  • Africa
  • (Algeria, Tunisia, Libya, Marocco, Nigeria, Kenya, Tanzania, Sudafrica)

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Offerte PVC da USA assenti in Turchia

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 14/07/2016 (11:57)
I player in Turchia sono tornati dopo la festività dell’Eid questa settimana. Tuttavia, l’attività nel mercato del PVC resta debole e diversi trasformatori non hanno ancora ripreso completamente la produzione. In linea con il trend in Asia e negli USA, i venditori hanno adottato un atteggiamento rialzista sulle offerte di PVC anche in Turchia.

Le offerte di PVC dagli USA in Turchia sono state per lo più assenti questa settimana, in quanto i trader hanno riportato che le allocazioni di esportazione dagli USA restano limitate per il fermo impianto di Westlake. Un trader ha affermato “Il nostro fornitore non è disposto a fare offerte a causa della riduzione della sua produzione”. Le idee di vendita per il PVC dagli USA sono state riportate a $800/ton CFR Turchia e a livelli superiori, mentre un paio di trattative erano emerse a $745-750/ton nel periodo precedente alla festività.

Dall’altra parte, la domanda per il PVC resta debole. Un altro trader ha commentato “I nostri fornitori non stanno offrendo, ma i buyer non sono interessati alle offerte dagli USA”. Questo è dovuto principalmente al calo delle opportunità di esportazione per i trasformatori di tubi e profili della Turchia.

Le importazioni totali di PVC in Turchia sono calate del 14% sull’anno nei primi cinque mesi del 2016, sebbene le importazioni totali della Turchia abbiano toccato un livello record nello stesso periodo. la riduzione delle importazioni di PVC dagli USA è stata del 43% nei primi cinque mesi dell’anno rispetto al 2015.
Prova Gratuita
Login