Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

PET, ancora in aumento il mercato cinese

  • 09/01/2018 (12:30)
Secondo il Price Index di ChemOrbis, i prezzi del PET di esportazione sono aumentati in modo costante da metà ottobre per raggiungere i livelli più alti da maggio 2015, sulla base dei prezzi medi settimanali. I dati mostrano inoltre che i prezzi di PET locale hanno seguito i prezzi del PET di esportazione in aumento a partire da fine ottobre, toccando di recente il livello più alto degli ultimi due anni e mezzo.



Anche se questo periodo dell’anno è considerato come bassa stagione per le applicazioni di PET a causa della stagione invernale, la corsa al rialzo del mercato del PET continua a causa di diversi fattori. In primo luogo, i mercati delle materie prime sono rimasti in rialzo. Con i prezzi del petrolio ai massimi degli ultimi tre anni, anche i costi dei feedstock del PET sono aumentati. In secondo luogo, la domanda è considerata buona sia da parte delle destinazioni dell’export che del mercato locale. Intanto la disponibilità dei produttori cinesi è diminuita a causa del crescente numero di ordinativi per l’export e degli ordini arretrati. Inoltre ci sono diversi fermi impianto di PET e PTA in Asia, che contribuiscono alle preoccupazioni sulla disponibilità.

Una fonte di un produttore domestico ha osservato "Abbiamo applicato degli aumenti settimanali fino a $30/ton sulle offerte per l’export, in linea con i future del petrolio e i prezzi spot in rialzo nei mercati asiatici di MEG e PTA. Stiamo ricevendo un buon numero di richieste da paesi come India, Medio Oriente, Sudest Asiatico, Egitto e Russia. La domanda locale non è forte. Tuttavia non abbiamo pressione dalle vendite perché abbiamo ancora ordini da evadere".

Un player ha commentato "La domanda per il PET grado bottiglia è debole a causa della bassa stagione. Tuttavia la domanda di bottiglie di olio è piuttosto buona. I prezzi sono ancora supportati dai prezzi di materie prime e petrolio".

Viste le interruzioni sulla produzione di PET e un numero di fermi impianto da parte di diversi fornitori di PTA in Asia, alcuni produttori preferiscono limitare le vendite e restare fermi sulle offerte.

La società cinese Jiangyin Chengold Packaging Materials ha chiuso la linea di PET di Jiangyin a seguito di un incendio scoppiato durante il processo di avvio. La società cinese Hainan Yisheng, intanto, ha programmato un fermo impianto sulla linea di PET per gennaio, della durata di un mese.

Per il PTA, la società cinese Jiangsu Sanfangxiang Group ha chiuso una delle unità di PTA a Jiangyin, Cina, il 1° gennaio. Il fermo impianto dovrebbe durare circa venti giorni. La OPTC di Taiwan ha in programma di chiudere l’unità di PTA di Taouyuan, Taiwan per un fermo impianto di tre settimane a metà gennaio. La società indiana Reliance si stava preparando per chiudere una delle linee di PTA a Dahej, India, il 5 gennaio per una manutenzione di circa due settimane.

Oltre ai fattori già menzionati, il divieto di importare scarti di materie plastiche in Cina è considerato un fattore di supporto agli aumenti dei carichi di PET vergine. Un trader del Vietnam ha commentato "Non crediamo che i prezzi di PET vedranno altre diminuzioni nel breve termine perché la domanda di PET di prima scelta continuerà a crescere, soprattutto dopo che il governo cinese ha deciso di vietare l’importazione di scarti di materie plastiche, in vigore dal 1° gennaio 2018".
Prova Gratuita