Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

PET europeo cancella forti aumenti del 2018 segnando il 4° mese di diminuzioni

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 15/01/2019 (12:12)
I prezzi di PET per gennaio sono emersi per lo più stabili o con leggere diminuzioni rispetto al mese precedente nei mercati europei, con il contratto del MEG di gennaio chiuso con un calo di €35/ton. Anche se un contratto iniziale del PX sarebbe stato chiuso con una diminuzione simile, le negoziazioni sono ancora in atto.

I trader e i distributori che operano in Svizzera e Belgio hanno riportato offerte per lo più stabili o in leggero calo da parte dei fornitori europei. Si è verificato uno scenario simile nei mercati di PET di Germania e Italia, in cui i player hanno riportato prezzi da stabili a in calo per il materiale domestico.



Trend ribassista si estende al 4° mese consecutivo

Secondo i dati medi settimanali del Price Wizard di ChemOrbis, gennaio è stato il quarto mese consecutivo in cui i prezzi di PET hanno registrato diminuzioni costanti nella regione. I prezzi di PET nella regione hanno così cancellato gli aumenti registrati nei primi tre trimestri dello scorso anno.

Prima che il trend ribassista iniziasse all’inizio del quarto trimestre 2018, la media settimanale dei prezzi spot di PET in Italia ha raggiunto i livelli più alti degli ultimi sei anni, mentre i prezzi nel Nord Europa hanno toccato i livelli più alti di sempre, come mostrato dai dati.

Le offerte import vedono una cauta ripresa?

Intanto i player in Italia hanno riportato i prezzi del PET di importazione a €1000-1030/ton DDP per un’origine cinese. Tuttavia, concordano sul fatto che la soglia dei €1000/ton sia scomparsa, in linea con i costi in salita di petrolio e materie prime. Alcuni player hanno anche fatto riferimento al Capodanno cinese, che quest’anno cadrà il 5 febbraio.

“L’offerta dalla Cina inizierà a diminuire a partire da marzo a causa del Capodanno cinese e questo potrebbe creare dei problemi di disponibilità in Europa”, ha osservato un distributore svizzero. Secondo il distributore, i prezzi spot resteranno superiori ai prezzi a contratto nel 2019, come già successo nel 2018.

Un trasformatore di prodotti finiti in plastica in Italia ha osservato che, mentre l’offerta è buona, la domanda di PET potrebbe iniziare a crescere il mese prossimo, quando le attività di pre-buying potrebbero iniziare a crescere in linea con le festività in Cina.

Una parte di player sostiene lo stato buono dell’offerta

Tuttavia, altri restano scettici sulla possibilità di aumenti sui prezzi a causa dei fondamenti di domanda-offerta bilanciati.

“Siamo coperti fino a febbraio perché abbiamo fatto del pre-buying negli ultimi due mesi”, ha affermato un trasformatore, aggiungendo di aver ridotto i tassi di produzione. Inoltre, alcuni player hanno posto l’accento sulla bassa stagione in corso e sulla volatilità delle materie prime.
Prova Gratuita