Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

PET europeo cede a riduzioni per offerte competitive dall’ Asia

  • 30/07/2018 (10:17)
Nel mercato locale di PET in Europa, i produttori regionali hanno per lo più concluso il business di luglio a rollover rispetto a giugno dopo molti mesi di aumenti guidati dall’offerta. Tuttavia, i prezzi locali nel mercato spot hanno visto qualche calo dalla scorsa settimana a causa della pressione crescente dalle origini competitive dall’Estremo Oriente i cui prezzi sono costantemente diminuiti dalle ultime sei settimane.

Nonostante il fatto che continuino le limitazioni dell’offerta, i range complessivi per i prezzi locali di PET bottiglia in Nord Europa e in Italia hanno registrato diminuzioni settimanali di €20/ton sui minimi mentre sono rimasti stabili sui massimi la scorsa settimana.

Nella prima metà di luglio, JBF Industries ha revocato la forza maggiore sulla produzione di PET dall’impianto in Belgio, mentre anche BP ha revocato la sua sulla produzione di PTA. Nonostante questi due sviluppi abbiano aiutato a placare le preoccupazioni dei player circa l’offerta e a stabilizzare il mercato di PET in Europa ai massimi degli ultimi anni, i recenti problemi sul PTA in Messico hanno riacceso le preoccupazioni dell’offerta nella regione.

Un trader con base in Svizzera ha commentato, "Abbiamo concluso le trattative di luglio per lo più a rollover a causa dell’offerta corta persistente, mentre i produttori europei stanno ancora valutando l’impatto dell’esplosione all’impianto di PTA di Petrotemex in Messico perché il produttore offre le materie prime alle società europee. Tuttavia, questo non è riuscito a evitare qualche calo nel mercato spot di PET ultimamente di fronte alle origini competitive dall’Asia".

Un trasformatore di bottiglie in Belgio ha dichiarato, "Abbiamo acquistato nel mercato a contratto i carichi di luglio a rollover dal solito fornitore. Nel mercato spot, invece, abbiamo recentemente visto dei leggeri cali sui prezzi. Tuttavia, crediamo che i prezzi di PET non vedranno nessun forte calo fino a settembre perché l’alta stagione è ancora in corso e l’offerta deve ancora migliorare del tutto nella regione".

In Italia, un trasformatore ha dichiarato, "Abbiamo ricevuto offerte di PET leggermente in calo per le origini europee nel mercato spot. Questo soprattutto a causa della domanda più debole delle aspettative e dell’offerta che si sta riprendendo nella regione. I prezzi d’importazione nella Corea del Sud, inoltre, sono diminuiti per un’altra settimana e abbiamo fatto degli acquisti per quest’origine".

La scorsa settimana, un produttore della Corea del Sud ha applicato una riduzione di $20/ton sulle offerte di esportazione di PET per la sesta settimana consecutiva. Le offerte di esportazione dalla Cina, invece, hanno registrato una diminuzione complessiva di $140-145/ton dal trend ribassista iniziato a metà giugno, secondo i dati della media settimanale del Price Index di ChemOrbis.
Prova Gratuita