Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

PP import ai minimi degli ultimi 4 anni in Turchia, PE ai minimi ultimi 12 anni

di Merve Madakbaşı - mmadakbasi@chemorbis.com
  • 03/04/2020 (11:23)
I mercati delle poliolefine di importazione in Turchia sono in graduale calo dalla seconda metà di febbraio, dopo aver toccato i massimi degli ultimi sei mesi. La logistica colpita dalla diffusione del virus a livello globale ha fatto sì che la risposta iniziale dei mercati al crollo del petrolio fosse limitata. Tuttavia, il trend ribassista ha acquisito forza con le ultime diminuzioni di aprile, molto più forti.

Il crescente numero di casi di COVID-19 in Turchia ha portato a misure più rigide e ha ostacolato la domanda di diversi settori, compresi il tessile, l’automotive, dell’arredamento e delle costruzioni, già rallentati dai lockdown nel resto del mondo.

Intanto, l’attività è stata vivace per alcuni gradi utilizzati per i prodotti di igiene personale e medicali e per il packaging alimentare, compresi BOPP, PP tessuto non tessuto e HDPE blow moulding.

Tuttavia, i prezzi di questi gradi non sono riusciti a evitare una nuova serie di cali. Le forti perdite dei costi dei monomeri e l’outlook economico incerto hanno limitato gli acquisti alle necessità base. “L’interesse all’acquisto è stato un po’ più vivace per il materiale in pronta consegna rispetto ai carichi di lunga distanza. Le controfferte sono state poche e ben al di sotto delle offerte per le importazioni”, ha sottolineato un trader.


*Clicca il tasto destro per visualizzare l’immagine a schermo intero in un’altra scheda.

Offerte PP omo in calo dell’8-10% in una settimana

I prezzi di PP rafia dall’Arabia Saudita sono scesi sotto i $900/ton CFR all’inizio della settimana, prima di registrare forti cali e toccare gli $850/ton sui minimi. Allo stesso modo, le offerte dalla Russia hanno toccato gli $820/ton. Le controfferte da parte dei grossi trasformatori, fino a $750/ton, hanno esercitato una pressione ulteriore sui fornitori, sulla base delle offerte di PP omo a $660/ton CFR Cina.

In Cina, i prezzi di PP hanno visto perdite a tre cifre sulla settimana. Il paese è diventato l’obiettivo dei venditori di recente, sulla base della domanda ferma in altre regioni come il Sudest Asiatico e il sud dell’Asia a causa dei lockdown.

Mercato PP fibra quasi fermo per assenza dei buyer

Per il PP fibra, il mercato non è stato in grado di delinearsi bene perché le esportazioni ferme hanno fatto sì che molti trasformatori sospendessero la produzione e saltassero gli acquisti. Un produttore di tappeti ha lamentato “I nostri clienti hanno cancellato gli ordini mentre alcuni di loro li hanno sospesi fino alla prima metà di maggio. Non siamo interessati alle materie prime perché il settore del tessile è stato colpito dall’epidemia di COVID-19”. I venditori hanno fatto fatica a decidere le nuove offerte perché la domanda è quasi inesistente. Alcuni prezzi dall’Arabia Saudita a $950-960/ton sono scomparsi perché non hanno funzionato.

Secondo la media dei dati settimanali del Price Index di ChemOrbis, i mercati di PP rafia e fibra sono diminuiti dell’8-10% in una settimana. Gli ultimi livelli sono vicini ai minimi del 2016 dopo le ultime diminuzioni, come mostrato dai dati.

Produttori PE del MO applicano forti cali

I fornitori regionali hanno annunciato cali di $70-100/ton su marzo nella maggior parte dei casi sotto la pressione delle offerte aggressive di LLDPE e HDPE dagli USA inferiori ai $750/ton CFR e dello scarso interesse all’acquisto. Alcuni buyer trovano le offerte attuali non attuabili, considerando il crollo in Cina, in cui le offerte dal Medio Oriente hanno infranto la soglia dei $750/ton per LDPE e dei $650/ton per HDPE e LLDPE film.

Secondo i dati di ChemOrbis, i prezzi del PE di importazione prevalenti in Turchia sono vicini ai livelli visti l’ultima volta durante la crisi del 2008 dopo le ultime diminuzioni settimanali del 3-5%. All’epoca però il mondo non aveva le attuali capacità di PE.

Occhi su complesso energetico sotto l’ombra della cautela per il virus

Giovedì i prezzi del petrolio sono aumentati dopo il passo intrapreso dal Presidente degli Stati Uniti Trump per la gestione del collasso dei prezzi del petrolio che ha sconvolto i mercati globali a causa della domanda colpita dalla diffusione del virus. Tramite un tweet, Trump ha espresso le aspettative di vedere una riduzione della produzione petrolifera di Russia e Arabia Saudita mentre, al momento della pubblicazione, è ancora attesa una conferma ufficiale di un possibile accordo Russia- Arabia Saudita.

I future del petrolio Brent sull’ICE Europe hanno toccato la soglia dei $30/bbl durante la sessione infragiornaliera di giovedì a seguito dell’annuncio, mentre i future del NYMEX WTI ha superato i $25/bbl.

I prezzi del petrolio hanno cercato una stabilizzazione di recente per i timori di una recessione globale e della domanda colpita dall’epidemia. I dati in relativo miglioramento della Cina e le notizie secondo cui il paese potrebbe iniziare a rifornire le scorte ufficiali di petrolio hanno creato un cauto ottimismo, nonostante le preoccupazioni persistenti per l’impatto della pandemia.

Prova Gratuita