Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

PVC Asia torna a livelli di prezzo pre-pandemia; ha raggiunto il minimo?

di Pınar Polat - ppolat@chemorbis.com
  • 04/08/2022 (12:14)
I prezzi del PVC in Cina, India e Sudest Asiatico hanno registrato un trend ribassista costante dalla seconda metà di aprile alla fine di luglio e i prezzi spot di importazione sono scesi ai livelli minimi degli ultimi due anni, sulla base dei dati ChemOrbis. I mercati regionali del PVC sono ora tornati ai livelli di prezzo precedente alla pandemia a tre cifre.

Nel 2020, quando i mercati sono stati scossi per la prima volta dalla pandemia, i prezzi del PVC hanno toccato il minimo a maggio, seguito poi da un trend rialzista inarrestabile fino ad aprile 2021, il primo massimo storico, secondo i dati di ChemOrbis. Dopo avere visto delle correzioni nei mesi successivi, i prezzi del PVC hanno visto di nuovo un trend rialzista e hanno raggiunto nuovi massimi storici a ottobre 2021.

Indipendentemente dalla ripresa nel primo trimestre del 2022, i prezzi del PVC sono in calo da allora con una riduzione complessiva del 50-55% dal massimo storico.

PVC – Asia

Dopo un trend ribassista così lungo, alcuni player hanno iniziato a chiedersi se i mercati stiano toccando il livello minimi attualmente, con il via libera dalla cauta ripresa dei mercati cinesi locali e di esportazione del PVC.

Prezzi locali, export cinesi estendono rialzi alla 2ª settimana

I mercati locali e di esportazione del PVC in Cina hanno invertito il trend nell’ultima settimana e hanno seguito un trend da stabile a in leggero rialzo nonostante le condizioni deboli della domanda interna. L’aumento dei prezzi dei future del Dalian ha principalmente spinto il rialzo e, di conseguenza, i player erano in disaccordo sulla sostenibilità di questa ripresa.

Tuttavia, i primi rapporti hanno mostrato che il cauto rialzo nei mercati locali del PVC in Cina è continuato questa settimana dato che anche l’offerta si è ridotta. “Pensiamo che i prezzi del PVC potrebbero toccare il livello minimo non appena i fornitori cinesi avranno ridotto i tassi operativi del 20-30%. Abbiamo aumentato le nostre offerte di esportazione di $10-20/ton rispetto alla scorsa settimana", ha affermato una fonte di un produttore cinese.

I prezzi di esportazione fuori dal paese per il PVC a base etilene sono stati valutati da stabili a in rialzo di $10/ton rispetto alla scorsa settimana a $910-920/ton, mentre i prezzi del PVC a base acetilene sono stati quotati da stabili a in rialzo di $20/ton a $880-890/ton, tutti su base FOB Cina, cash.

Nel frattempo, il supporto dei prezzi dei future del Dalian è continuato, anche se in parte. I future del PVC di settembre sul Dalian Commodity Exchange sono scesi dall’inizio della settimana, ma mostravano ancora un rialzo settimanale di CNY300/ton ($44/ton) il 3 agosto.

I prezzi locali per il PVC a base etilene sono aumentati di CNY200/ton ($30/ton) rispetto alla scorsa settimana, attestandosi a CNY7,000-7,150/ton ex-warehouse Cina, cash IVA inclusa ($1038-1060/ton IVA esclusa) mentre i prezzi del PVC base acetilene sono saliti di CNY300-350/ton ($44-52/ton) nello stesso periodo per attestarsi a CNY6,800-6,6950/ton ex-warehouse Cina, cash IVA inclusa ($1008-1030/ton IVA esclusa).

Mercati indiani pronti per la stagionalità

Al barlume di speranza dei mercati cinesi si aggiunge la domanda prevista in seguito ai monsoni in India, che dovrebbe arrivare a breve. Alcuni buyer indiani hanno già iniziato ad acquistare da livelli precedentemente inferiori, nel frattempo.

Un trader indiano ha dichiarato, "Pensiamo che il mercato indiano del PVC abbia toccato il livello minimo e che i prezzi inizieranno a salire d’ora in poi".

Nel frattempo, alcuni player hanno mantenuto una posizione prudente citando la disponibilità di approvvigionamento nel paese buona.

Un altro trader regionale ha commentato, "Le offerte di PVC sembravano toccare il fondo considerando il rimbalzo esteso della Cina. Tuttavia, il mercato indiano sta ancora affrontando una pressione ribassista dalle offerte di origine statunitense a prezzi molto competitivi. Pensiamo che l’annuncio di settembre in Asia da parte di un importante produttore di Taiwan sarà fondamentale. Se i contratti di settembre dovessero essere ulteriormente ridotti, almeno di $100/ton, questo potrebbe anche introdurre un nuovo prezzo minimo per il PVC".

In una nota a margine, le offerte di agosto del principale produttore sono state ritenute troppo alte per essere accettate, anche se c’erano riduzioni mensili dei prezzi di $190-230/ton. Il principale produttore non ha fatto un passo indietro dalle offerte di agosto nonostante la percezione del mercato, ipotizzata anche come segnale di un potenziale rimbalzo.

In India, i prezzi del PVC K67 di importazione da tutte le origini sono stati quotati stabili rispetto alla scorsa settimana a $950-1020/ton CIF, su base cash.

Acquisti fatti a livelli competitivi nel Sudest asiatico, minimo in discussione

In modo simile all’India, nelle ultime due settimane c’è stata una certa attività di acquisto nel mercato del Sudest Asiatico, dove i prezzi spot sono scesi al di sotto di a href=https://www.chemorbis.com/en/plastics-news/SE-Asia-s-PVC-K67-market-breaks-below-$900-CIF-mark/2022/07/22/849705#reportH class=”blue12”>$900/ton nella seconda metà di luglio.

Un trader in Vietnam ha riferito di avere concluso trattative per carichi giapponesi a $850/ton CIF la scorsa settimana e ha affermato, “Abbiamo venduto tutti i carichi giapponesi di PVC la scorsa settimana. Molti buyer si sono recentemente riforniti perché pensano che i prezzi abbiano raggiunto il minimo o si siano avvicinati al minimo".

Nel Sudest Asiatico, i prezzi di importazione per tutte le origini sono stati quotati da stabili a in rialzo di $10/ton rispetto alla scorsa settimana a $850-900/ton CIF, cash.

Prova Gratuita
Login