Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

PVC europeo cede alla domanda debole in Turchia, seguendo il calo del PVC Stati Uniti

  • 12/10/2017 (10:42)
In Turchia, le offerte del PVC europeo hanno raggiunto il livello massimo in un anno all’inizio di ottobre, in linea con le nuove richieste di aumenti dei produttori locali, sulla base della media dell’Indice dei prezzi di ChemOrbis, prima di essere influenzati dalla domanda debole questa settimana e registrare delle diminuzioni. Questo calo ha seguito il trend ribassista che era già in atto per le offerte del PVC dagli Stati Uniti nelle ultime 4-5 settimane.

Come può essere visto dal grafico preparato dal Price Wizard di ChemOrbis, le offerte di importazione esenti dazio in Turchia, che sono largamente composte da origini europee, sono aumentate a giugno e hanno seguito un trend per lo più stabile a luglio e agosto. Sono aumentate ancora a settembre e hanno raggiunto il livello massimo dell’anno a inizio ottobre. Intanto, il trend rialzista delle offerte europee di PVC è continuato durante settembre nonostante il fatto che il PVC degli Stati Uniti era già cominciato a scendere.



La domanda del PVC è stata debole in Turchia negli ultimi mesi, giocando un ruolo importante per il trend ribassista che è stato registrato per la prima volta in tre mesi nel PVC dall’Europa. Nonostante le offerte europee abbiano cercato di sfidare il trend ribassista del PVC dagli Stati Uniti a settembre, non hanno potuto rimanere indifferenti alla domanda debole e questa settimana hanno registrato delle diminuzioni.

“Nonostante un produttore di PVC del Nord Europa sia stato restio a rivedere i suoi modesti aumenti per ottobre, i trader hanno preso in mano la situazione in risposta alle controfferte in ribasso di questa settimana”, ha detto un player.

Nel mercato locale dell’Europa, intanto, i venditori di PVC hanno dovuto concedere piccoli aumenti rispetto alle richieste iniziali. Avendo già pagato aumenti maggiori a settembre, come risultato della richiesta dei produttori di recuperare i margini, i buyer hanno resistito a pagare più della metà del costo dell’etilene di ottobre.

Per quanto riguarda novembre, i player europei prevedono per lo più un trend in ribasso a causa della fine dell’alta stagione, della mancanza di problemi riguardanti l’offerta e del sentimento ribassista nei mercati globali del PVC. Tuttavia, ci sono indicazioni divergenti dal mercato delle materie prime, dove la nafta è diminuita e l’etilene è aumentato di nuovo a ottobre.
Prova Gratuita