Skip to content




Mercati

Asia Pacifico

  • Cina
  • SEA & India
  • (Indonesia, Vietnam, Malaysia, Singapore, Philippines, Thailand, India)
  • Europa

  • Italia
  • Nord Europa
  • (Austria, Belgio, France, Germania, Paesi Bassi, Svizzera)
  • Africa

  • Egitto
  • Africa
  • (Algeria, Tunisia, Libya, Marocco, Nigeria, Kenya, Tanzania, Sudafrica)

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

PVC interrompe trend ribassista durato 8 mesi, player rimangono scettici in Turchia

di Merve Madakbaşı - mmadakbasi@chemorbis.com
  • 02/12/2022 (13:08)
I player hanno riportato correzioni al rialzo nel mercato turco del PVC, guidato dai produttori statunitensi, mentre un cauto rimbalzo in Asia ha aiutato i venditori a rinnovare la loro fiducia. I precedenti minimi del mercato sono scomparsi, mentre si sono protratti i problemi relativi alla domanda di prodotti finiti, che hanno tenuto i player sulle spine.

Nelle ultime due settimane, diversi buyer hanno rifornito le loro scorte, quando la Turchia ha ospitato alcuni importanti eventi industriali, pensando che i minimi del mercato fossero imminenti.

In Turchia, i prezzi del PVC di importazione hanno registrato un calo costante da aprile a novembre, soccombendo a un crollo della domanda sia locale che in altri Paesi. Il trend al ribasso ha guadagnato slancio a causa delle attività di destoccaggio da parte dei venditori statunitensi e dell’offerta migliore del previsto dall’Europa a novembre, proprio prima che i prezzi toccassero i minimi. I dati medi settimanali di ChemOrbis hanno indicato che durante il trend ribassista durato 8 mesi, i prezzi del K67 soggetto a dazio sono diminuiti di $1175/ton mentre le origini esenti da dazi sono diminuite di $1250/ton in totale.

CIF Turchia – Prezzi all’importazione – PVC k67

Trader incoraggiati da una posizione rialzista dei venditori statunitensi

I prezzi del PVC statunitense hanno recentemente invertito il trend a seguito delle vendite aggressive che hanno avuto luogo in Asia, Egitto e Turchia nei primi due mesi del quarto trimestre.

Le offerte di K67 soggetto a dazio si sono attestate in aumento di $10-20/ton settimana su settimana. Diversi player hanno riferito che i venditori statunitensi hanno in gran parte esaurito il materiale per gennaio, mentre le idee di vendita per le spedizioni di febbraio sono state espresse con aumenti a $790-800/ton CIF Turchia rispetto alle offerte a $700-720/ton di novembre. Alcuni buyer hanno confermato di aver ricevuto prezzi più alti, mentre finora questi livelli non si sono trasformati in trattative.

Un trader globale ha commentato, "Se avessimo materiale, dovremmo offrire a $800/ton CIF Turchia. Un produttore statunitense non offre da una decina di giorni. Abbiamo in programma di valutare la reazione dei buyer al recente aumento del sentimento, poiché l’incremento dell’attività è stato stimolato dalla loro necessità di rifornirsi, ma non da una domanda vivace di materie prime".

Alcuni trader hanno anche sottolineato il fatto che il netback in India sia stato relativamente migliore rispetto a quello della Turchia. Secondo i dati medi settimanali di ChemOrbis, il mercato del K67 soggetto a dazio della Turchia è diminuito di $50/ton rispetto ai prezzi di importazione su base CIF India.

Mercato sul filo del rasoio per continue preoccupazioni sulla domanda di derivati

Nonostante la posizione rialzista dei venditori statunitensi nei mercati globali, i netback già scarsi e il recente riempimento delle scorte in Turchia abbiano dato ai trader una leva per spingere verso prezzi più alti, la maggior parte dei player rimane cauta per quanto riguarda la sostenibilità di questa inversione. Ciò è dovuto alla mancanza di fiducia nei mercati dei prodotti finiti.

Un produttore di profili ha dichiarato, "L’attività locale è stata modesta in Turchia, mentre i trasformatori hanno dovuto emettere ribassi considerevoli sui prezzi dei loro prodotti, portando a una forte concorrenza. I venditori di PVC potrebbero tenersi stretti i loro carichi, mentre eventuali tentativi rialzisti potrebbero fallire in seguito se persisteranno problemi di domanda nel mercato. "

Sostenibilità delle correzioni al rialzo rimane in discussione

I mercati asiatici sono rimbalzati dopo sette mesi di ribasso, con le offerte di importazione di K67 in India e i prezzi delle esportazioni dalla Cina in aumento. Tuttavia, i player non escludono la possibilità che l’economica globale debole possa bloccare un trend rialzista prolungato, per non parlare delle incertezze legate al Covid in Cina.

Allo stesso modo, permangono dubbi sui recenti aumenti e sulle idee di vendita in rialzo in Turchia. Alcuni venditori ammettono anche che la bassa stagione è iniziata e le sfide economiche continuano a ostacolare il settore delle costruzioni, il che potrebbe impedire notevoli aumenti del PVC nel breve termine.

Con i nuovi annunci di prezzo in sospeso da parte dei venditori statunitensi, i player stanno monitorando attentamente il mercato per vedere come sarà la reazione verso potenziali aumenti dei prezzi. La persistente domanda debole di prodotti finiti è un fattore chiave che potrebbe innescare resistenze da parte dei consumatori.

Anche l’impatto dei prezzi più bassi della soda caustica e dell’avvicinarsi delle festività natalizie sui volumi europei sarà monitorato dai trasformatori turchi che devono valutare se la recente ripresa si rivelerà di breve durata o meno.
Prova Gratuita
Login