Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Petrolio NYMEX in calo a $60/barile, Brent sotto i $65/bbl

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 11/12/2014 (13:12)
I prezzi del petrolio NYMEX sono stati chiusi sotto la soglia dei $60/barile il 10 dicembre, toccando, calcolando la media settimanale, il livello più basso dal 25 maggio 2009, mentre il petrolio Brent scambiato sull’ICE Futures Europe Exchange è sceso sotto i $65/barile, la chiusura più bassa da luglio 2009, secondo il Price Wizard di ChemOrbis. Le diminuzioni dei prezzi del petrolio sono state attribuite alla domanda debole e all’offerta ampia.

I prezzi del petrolio Brent di gennaio sono diminuiti di $2.60 per chiudere a $64.24/barile mercoledì, mentre i future del petrolio NYMEX di gennaio sono diminuiti di $2.88 per chiudere a $60.94/barile, le chiusure più basse riportate da luglio 2009.

Dal 27 novembre, quando l’OPEC ha deciso di mantenere il target di produzione a 30 milioni di barili al giorno, i prezzi del petrolio sono diminuiti in modo significativo e hanno registrato le perdite giornaliere più forti degli ultimi tre anni, subito dopo la notizia della decisione dell’OPEC. L’11 dicembre l’OPEC ha ridotto le previsioni sulla domanda del 2015 di circa 300,000 barili al giorno al livello più basso degli ultimi dodici anni, di circa 28.9 milioni barili/giorno, indicando la domanda debole e l’eccesso di offerta.

Secondo il Price Wizard di ChemOrbis, i prezzi spot della nafta a livello globale hanno toccato i livelli minimi dalla seconda metà del 2009, sulla base della media settimanale. I prezzi spot della nafta in Asia sono diminuiti di $60-65/ton sulla settimana, per attestarsi a circa $545/ton CFR Giappone. In Europa, i prezzi spot della nafta sono diminuiti di $65-70/ton sulla settimana a circa $490/ton CIF NWE.


Prova Gratuita