Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Petrolio in cauta ripresa dopo aver toccato i minimi di 18 anni

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 19/03/2020 (18:28)
I futures globali del petrolio si sono prudentemente ripresi durante le negoziazioni infragiornaliere di giovedì dopo essere scesi ai minimi di 18 anni mercoledì. La caduta storica è stata trainata principalmente dai timori della recessione globale e dalle incerte prospettive economiche per via della diffusione del COVID-19.

Mercoledì, i futures di Brent di maggio sull’ICE sono scesi di $3,85 o del 13% a $24,88/barile, il più basso da maggio 2003. I futures WTI di aprile su NYMEX sono scesi di $6,58 o del 24% in meno nel giorno per stabilizzarsi a $20,37/barile, segnando il livello più basso dal febbraio 2002.

Tuttavia, entrambi i benchmark internazionali sul petrolio stanno ora cercando di cancellare le precedenti flessioni mentre gli investitori globali stanno cercando di valutare l’impatto dei pacchetti di stimolo e delle iniezioni di denaro che sono stati svelati da diverse nazioni colpite da virus tra cui Cina, Stati Uniti, Canada, Spagna, Italia e Turchia e banche centrali.


Il WTI (NYMEX) si attesta attualmente a 23,03$/barile, in rialzo di 2,66 $ o 13%, mentre il greggio Brent è più alto di 1,35$ o 5,43% a 26,23$/barile dal suo ultimo livello di chiusura, al momento in cui scriviamo.
Prova Gratuita
Login