Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Plastificanti – Europa 1ª metà di giugno 2020

di Marta Rotini - mrotini@chemorbis.com
  • 15/06/2020 (11:51)
Aumenti C3 di giugno non vengono riflessi in mercato plastificanti

Nel mercato dei plastificanti, la maggior parte dei venditori ha aperto giugno per lo più a rollover mentre un produttore dell’Est Europa ha annunciato le offerte di giugno per DINP e DIDP con aumenti di €40/ton.

I range di prezzo complessivi per la prima metà di giugno sono stati quotati a €880-995/ton per DINP e DIDP e a €930-970/ton per il DOTP FD, 60 giorni.

La continua mancanza di sostegno da parte della domanda insieme all’offerta ampia hanno impedito ai venditori di chiedere aumenti sui prezzi di giugno nonostante l’aumento di €60/ton nell’ultimo contratto del propilene. Di conseguenza, la maggior parte dei fornitori ha iniziato a vendere materiale a rollover nella prima parte del mese al fine di incrementare i volumi di vendita. Tuttavia, i livelli di consumo continuano a rimanere deboli specialmente per il DINP.

I trasformatori, nel frattempo, hanno iniziato ad acquistare il materiale a prezzi stabili. Un buyer ha riferito di avere fatto delle controfferte e di avere ottenuto una piccola riduzione di €10/ton sui prezzi di giugno. In generale, gli acquisti sono rimasti legati ai bisogni primari considerando la domanda ancora debole. Inoltre, alcuni buyer hanno anticipato che non acquisteranno nuovi volumi questo mese a causa della stasi nell’attività dei prodotti finiti.

Nei mercati di importazione, un buyer ha acquistato il DOTP dalla Russia a €960-970/ton, base DDP, mentre prezzi aggressivi pari a €880-890/ton sono stati riportati per il DOTP dalla Turchia, con gli stessi termini. Nel frattempo, volumi locali di DOTP dalla Russia sono stati offerti a €930-940/ton, base FD.

Per la restante parte del mese, il mercato dei plastificanti dovrebbe seguire un trend per lo più stabile, con i venditori che cercheranno di rimanere fermi sulle offerte iniziali per evitare un’ulteriore riduzione dei margini. Tuttavia, i trasformatori potrebbero chiedere riduzioni sui prezzi per grandi volumi di acquisto considerando le dinamiche di domanda e offerta non bilanciate. Nel frattempo, fonti di mercato hanno riferito che il produttore ceco Deza e il produttore polacco Grupa Azoty Zak avranno una manutenzione programmata nei loro impianti durante il periodo estivo. “Queste manutenzioni potrebbero aiutare a ridurre l’offerta complessiva, bilanciando il mercato” hanno affermato i player.
Prova Gratuita
Login