Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Plastificanti – Europa 2ª metà di marzo 2020

di Marta Rotini - mrotini@chemorbis.com
  • 31/03/2020 (10:11)
Aumento diffusione COVID-19 colpisce anche mercato plastificanti

Nel mercato dei plastificanti, i prezzi di DINP e DIDP sono rimasti stabili a marzo mentre aumenti minori di circa €10-20/ton sono passati nelle trattative di DOTP durante la seconda parte del mese.

I range di prezzo complessivi per la seconda metà di marzo sono stati quotati a €1020-1110/ton per il DINP e il DIDP e a €1060-1120/ton per il DOTP FD, 60 giorni.

In seguito all’aumento della diffusione del coronavirus in Europa, i venditori hanno visto una diminuzione della domanda. Le misure di contenimento più rigide adottate da alcuni paesi, prima tra tutti l’Italia, hanno spinto diversi trasformatori a interrompere l’attività, causando una diminuzione visibile nei nuovi ordini dei venditori. La pandemia di COVID-19 ha colpito anche l’attività dei fornitori: il produttore di DOTP Valtris è stato costretto a chiudere il suo impianto in Francia. Altri fornitori hanno continuato a produrre, anche se i problemi nel settore della logistica hanno pesato sulla loro attività produttiva. Un distributore di un produttore del Nord Europa in Italia ha affermato, “La nostra domanda ha visto una forte diminuzione nelle ultime due settimane di marzo. Le misure di contenimento più rigide adottate dal governo hanno spinto altri dei nostri clienti a chiudere. Ci aspettiamo una domanda ferma fino alla seconda metà di aprile”.

I trasformatori, nel frattempo, hanno riferito di avere limitato gli acquisti a causa della domanda dei prodotti finiti debole considerando l’interruzione delle attività in altri impianti. Nel mercato del DOTP, il sentimento di acquisto in calo ha persino controbilanciato l’offerta corta, spingendo i fornitori a rivedere i tentativi di aumento iniziali, optando per rialzi minori principalmente di €10-20/ton. Adesso i buyer sono in una posizione di attesa e lamentano la mancanza di un outlook nel breve termine.

Nei mercati di importazione, un buyer in Germania ha riportato di avere acquistato il DOTP dalla Russia a €1040-1050/ton, base DDP, mentre volumi di DOTP dagli USA sono stati acquistati a €1020-1030/ton, con gli stessi termini. Nel frattempo, il DOTP dalla Corea del Sud è stato commerciato a €1040-1070/ton, DDP mentre il DOTP dalla Turchia è stato acquistato a €1030-1040/ton, con gli stessi termini.

I player hanno espresso la loro incertezza riguardo all’outlook di aprile. Il crollo nei prezzi del complesso energetico così come nel mercato spot dell’etilene sul mese dovrebbero pesare sul prossimo contratto del propilene, atteso con cali intorno a €150/ton. Tuttavia, è probabile che le dinamiche di domanda e offerte determineranno il trend del mercato. Il sentimento di acquisto complessivo è atteso debole dopo che altri trasformatori sono stati costretti a interrompere le proprie attività a causa delle misure di contenimento contro l’epidemia di COVID-19. Solo nel settore del packaging alimentare e in quello medicale la domanda dovrebbe rimanere vivace ad aprile. Per quanto riguarda l’offerta, i continui problemi nel settore della logistica a causa della mancanza dei containers e dell’aumento dei controlli ai confini potrebbero avere un impatto sulla filiera produttiva, con i produttori che potrebbero ridurre i tassi di produzione. Nei mercati del DOTP, la continua forza maggiore del produttore OXEA e i ritardi nelle consegne del materiale di importazione potrebbero mantenere l’offerta di DOTP corta. Per questo motivo, i venditori potrebbero chiedere ulteriori piccoli amenti il prossimo mese. Per quanto riguarda il DINP e il DIDP, i produttori potrebbero tentare di mantenere i prezzi invariati a causa dei margini ristretti considerando i livelli di prezzo bassi.

Prova Gratuita
Login