Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Plastificanti – Europa agosto 2020

di Marta Rotini - mrotini@chemorbis.com
  • 31/08/2020 (15:40)
Plastificanti estendono aumenti per secondo mese consecutivo

Nel mercato dei plastificanti, le trattative di DINP e DIDP sono state chiuse per lo più con aumenti fino a €30-40/ton questo mese mentre i prezzi di DOTP hanno visto da rollover a piccoli aumenti.

Il range complessivo per agosto è stato quotato a €940-1050/ton per DINP e DIDP e a €940-1010/ton per il DOTP FD, 60 giorni.

Nonostante la pausa estiva e la stabilità nella chiusura dell’ortoxilene di agosto, i fornitori sono riusciti ad aumentare i prezzi ulteriormente ad agosto considerando l’obiettivo di sostenere sia i livelli di prezzo attuali che i margini. Il piccolo aumento di €27.5/ton nell’ultimo contratto del propilene ha sostenuto le richieste di aumento dei venditori, anche se la maggior parte di loro ha dovuto rivedere le offerte iniziali in leggero ribasso per incrementare le vendite. Un venditore in Italia ha affermato, ”La domanda non è stata male questo mese ma non più alta rispetto a un mese di agosto tradizionale. Siamo riusciti ad aumentare i prezzi per lo più di €30-40/ton questo mese, mentre richieste di aumento maggiori pari a €50/ton sono state ottenute solo in alcune posizioni. Tuttavia, siamo lontani da un recupero margini. Per questo motivo, potremmo chiedere ulteriori aumenti a settembre se le condizioni di mercato sono di sostegno”.

Alcuni trasformatori hanno riferito di avere acquistato volumi regolari questo mese mentre altri hanno deciso di saltare gli acquisti dato che erano già coperti. In generale, la domanda è stata abbastanza calma considerando le ferie estive, specialmente nel Sud Europa. Inoltre, i buyer che hanno acquistato materiale hanno preferito volumi di origine europea piuttosto che di importazione considerando i prezzi non competitivi. Adesso i trasformatori sono concentrati su settembre, cercando di capire il possibile trend del mercato al fine di riempire le scorte.

Per quanto riguarda settembre, l’outlook dei plastificanti è incerto. L’obiettivo dei fornitori è di aumentare i prezzi ulteriormente al fine di recuperare i margini ancora bassi. La preoccupazione per una possibile seconda ondata di COVID-19 potrebbe spingere i buyer a fare le scorte, portando a un miglioramento della domanda complessiva e aprendo la strada a un trend rialzista nel mercato dei plastificanti. Tuttavia, il focus è anche sull’offerta così come sulle materie prime, con il contratto del propilene di settembre atteso con un rollover o delle leggere variazioni a causa di fattori divergenti.
Prova Gratuita
Login