Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Plastificanti - Europa 2ª metà di luglio 2019

di Marta Rotini - mrotini@chemorbis.com
  • 30/07/2019 (18:33)
Trattative di luglio concluse in ribasso

Nel mercato dei plastificanti, le trattative di luglio sono state concluse con riduzioni di €40-50/ton, inferiori rispetto al calo del contratto del propilene di luglio.

I range di prezzo complessivi per la seconda metà di luglio sono stati quotati a €1220-1270/ton per DINP e DIDP e a €1190-1250/ton per il DOTP FD, 60 giorni.

Gli operatori hanno riportato che il mercato ha seguito un trend ribassista a luglio, con cali in linea con le offerte iniziali. Hanno anche riportato che la domanda è rimasta debole, soprattutto nel settore cavi mentre l’offerta è ancora ampia, specialmente per il DINP. Le scorte dei venditori sono elevate, sebbene abbiano offerto materiale a prezzi competitivi per poter vendere maggiori volumi.

Intanto, i trasformatori hanno concluso le loro trattative di luglio con riduzioni inferiori rispetto al calo del monomero. Inoltre, l’interesse all’acquisto è rimasto debole dato che i buyer non avevano necessità di acquistare nuovo materiale, considerando che saranno fuori dal mercato per almeno 3 settimana a causa delle ferie estive, soprattutto nel Sud Europa.

Nei mercati import, il DOTP dalla Corea del Sud è stato venduto a €1180-1220/ton, su base DDP, mentre alcuni volumi di DOTP dalla Turchia sono stati comprati a €1150/ton, con gli stessi termini. Nel frattempo, il DOTP russo è stato offerto a €1160-1190/ton, su base DDP, mentre il DINP sudcoreano è stato acquistato a €1210/ton, con gli stessi termini.

Per agosto, l’outlook dei plastificanti è ancora incerto dato che i player sono in attesa del prossimo contratto del propilene. Le aspettative per la chiusura del monomero indicano stabilità o variazioni in rialzo o in ribasso. Per il mercato dei plastificanti, alcuni trader si aspettano di vedere rollover ad agosto, considerando i livelli minimi raggiunti negli ultimi mesi, mentre altri non escludono la possibilità di vedere ulteriori cali nelle prossime settimane, anche se hanno aggiunto che ciò dipenderà dalla chiusura del propilene. Inoltre, la domanda dovrebbe rimanere calma dato che molti buyer usciranno dal mercato per la pausa estiva.
Prova Gratuita
Login